“Un sorriso che scalda”, al via domenica l’iniziativa dell’associazione Coraggio

Written by on 13/12/2020

“Un sorriso che scalda”, al via domenica l’iniziativa dell’associazione Coraggio

La presidente Francesca Angelini: "Speriamo di far sentire meno sole le persone"

13/12/2020

sorriso coraggio perugia

PERUGIA “Un sorriso che scalda” è il titolo dell’iniziativa dell’associazione Coraggio di Perugia e fa riferimento al sorriso di Maddalena, “una giovane che si è sempre fatta carico, nonostante le sue fragilità, delle solitudini altrui”, spiega Francesca Angelini, presidente dell’associazione e mamma di Maddalena. Un murales, nei pressi della stazione di Fontivegge in via Sicilia, la ricorda dà ispirazione all’associazione Coraggio nata nel febbraio 2017. Proprio nei pressi del murales, da domenica saranno disponibili dei pacchetti regalo contenenti abbigliamenti caldi destinati a chiunque ne abbia bisogno.

Pacchetti regalo per chi ne ha bisogno

Dopo la “coperta del coraggio” regalata ai terremotati di Cascia, l’associazione Perugina torna a farsi carico  di chi ha bisogno di un aiuto e di un sorriso. Nasce, quindi, l’idea di regalare qualcosa di fatto a mano per scaldarsi, sciarpe, guanti, berretti, mezzi guanti, scaldacollo. Tante le persone che hanno aderito l’iniziativa e hanno contribuito realizzando, a mano, qualche accessorio di abbigliamento. I doni sono arrivati da tutta Italia: dalla provincia di Cuneo, dalle volontarie dell’ospedale Niguarda di Milano, da alcune donne di Visso e Amatrice, dalle nonne di due case di riposo di Perugia e, aggiunge Angelini ,”dalle amiche che hanno nella biblioteca di Villa Urbani il loro luogo di incontro”. “La cosa che mi ha colpito di più – spiega ancora la presidente dell’associazione – è che anche in questa occasione le persone che hanno risposto alla nostra iniziativa ci hanno ringraziato per aver dato loro l’opportunità di sentirsi utili. Vedere il sorriso di Nicola e Nicoletta, persone speciali, quando ci hanno dato i loro doni è stato eloquente”. Per ora sono stati confezionati 300 pacchetti, ma ce ne sono altri in arrivo. Dalle 16 di domenica, i pacchetti saranno disponibili nei pressi del murales di Maddalena, all’incrocio di via Sicilia e via Cortonese a Perugia, “a disposizione di chi ha bisogno di un po’ di calore per scaldarsi il cuore. I pacchetti, sacchetti di plastica trasparente sigillati per evitare che i manufatti si bagnino, hanno al loro interno un biglietto in cui è indicato il suo contenuto.  La difficoltà legittima che si prova nel chiedere un piccolo aiuto – spiega Angelini -, ci ha indotto a pensare di lasciare lì i pacchetti senza alcun controllo”. I portieri di quartiere, formati nell’ambito del progetto “Regeneration center” , aiuteranno nel rifornire periodicamente il luogo dell’evento. “Così speriamo di far sentire meno sole un po’ di persone. È  un periodo difficile in cui la solidarietà può colmare, almeno un po’, la grande solitudine che tanti purtroppo vivono”.

Le parole della presidente Francesca Angelini ai microfoni di Umbria Radio

L’associazione Coraggio

L’associazione Coraggio nasce a Perugia nel febbraio 2017 con l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e la comunità regionale sulle tematiche relative ai disturbi del comportamento alimentare, in particolare, e più in generale dei disagi giovanili. L’associazione organizza attività manuali volte principalmente alla costruzione di una rete sociale di inclusione e alla realizzazione di manufatti, come nel caso del progetto “la coperta del coraggio” che ha avuto risonanza nazionale. La coperta è stata consegnata alla popolazione di Cascia: circa 2000 coperte tutte fatte a mano da persone di tutta Italia. Tante le iniziative locali di solidarietà a Cascia, Visso e Amatrice, dopo il sisma del centro Italia del 2016. Attività volte a facilitare la ricostruzione del tessuto sociale (kit del cuore, passa il favore, coperte per ospedale di Tolentino, grazie agli artisti di Risorgimarche, bambole del coraggio). Su Perugia l’associazione è impegnata, nell’ambito della Rete del Sollievo, nel colorare, con coperte fatte a mano, La Casa nel Parco (hospice di Perugia). Alla biblioteca Villa Urbani è stato organizzato un gruppo di donne, di varie età e nazionalità, che, attraverso la manualità e la condivisione di progetti di volontariato, hanno intessuto relazioni volte a superare la solitudine. L’impegno anche nella realizzazione di una rete tra associazioni: la collaborazione con Liberamente Donna e il Centro Internazionale per la Pace tra i Popoli di Assisi che vede l’associazione impegnata nella costruzione di una rete relazionale attraverso la realizzazione di borse.

Guarda la fotogallery


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist