Segreteria regionale Pd Umbria, tre candidati si ritirano

Written by on 03/04/2021

Segreteria regionale Pd Umbria, tre candidati si ritirano

La nota firmata da De Rebotti, Presciutti, Torrini e Schoen

03/04/2021

segreteria pd umbria

PERUGIA – Tre dei quattro candidati alla segreteria regionale del Partito democratico (Pd) dell’Umbria hanno ritirato la propria candidatura. Si tratta di Franacesco De Rebotti, attuale sindaco di Narni, Massimiliano Presciutti, primo cittadino di Gualdo Tadino e Alessandro Torrini. Resta, quindi, solo in corsa per la segreteria del Pd, l’ultimo candidato, Tommaso Bori, capo gruppo dem in Consiglio regionale.

La nota

“In data odierna – si legge nella nota arrivata in redazione – tre candidati alla segreteria regionale del PD dell’Umbria, Francesco De Rebotti, Massimiliano Presciutti e Alessandro Torrini, insieme al candidato al congresso provinciale di Perugia del PD, Carlo Elia Schoen, hanno inviato, ciascuno con propria lettera, formale comunicazione al PD dell’Umbria del ritiro delle loro candidature congressuali, insieme alle liste a loro sostegno. Firmato: Francesco De Rebotti, Massimiliano Presciutti, Alessandro Torrini e Carlo Elia Schoen”. I tre candidati avevano già annunciato la loro ritirata nel momento in cui avevano chiesto un incontro al neo segretario nazionale del partito Enrico Letta. “Qualora entro pochi giorni non si concretizzasse tra tutti i candidati umbri la volontà di procedere all’incontro – scrivevano i candidati pochi giorni fa – dovremmo prendere atto, con grande sofferenza e dispiacere, che sarebbero definitivamente venute meno le condizioni politiche che avevano motivato il nostro impegno oramai più di otto mesi fa”.

Congresso “fuori dalle norme anti Covid”

“Con estremo rammarico, per i motivi politici già ampiamente illustrati, e avendo ricevuto solo indifferenti rifiuti in risposta alla nota sottoscritta insieme a Presciutti, Torrini e Schoen – si legge nella nota inviata dal sindaco di Narni, Francesco De Rebotti -, con la presente sono a comunicare il formale ritiro della mia candidatura alla Segreteria regionale dell’Umbria del Partito Democratico e la non partecipazione ad un congresso che, lo ripeto, considero sbagliato politicamente, e illegittimo statutariamente. Non intendo, inoltre, essere in alcun modo corresponsabile di un congresso organizzato totalmente al di fuori delle norme anti Covid vigenti e in palese contrasto con il contegno sempre tenuto dal PD durante la pandemia, improntato alla massima prudenza e al principio di precauzione. Desidero ringraziare tutti coloro, e sono tante e tanti, che hanno condiviso questo percorso, a partire dai candidati all’assemblea regionale a mio sostegno che sono stati i primi a chiedermi un disimpegno. Un pezzo di partito importante, fuori dalle logiche di potere, delle correnti che con passione e disinteresse ha chiesto solo ascolto e partecipazione. Quel partito della base e dei territori sempre evocato e mai rispettato. Neanche questa volta”.

Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist