Il gruppo Financo di Gubbio perde Franco Colaiacovo

Written by on 15/11/2020

Il gruppo Financo di Gubbio perde Franco Colaiacovo

A fine aprile era scomparso il fratello Giovanni. Funerali fissati per martedì 17 nella Città dei Ceri

15/11/2020

L'imprenditore eugubino Franco Colaiacovo (gruppo Financo)

L'imprenditore eugubino Franco Colaiacovo (gruppo Financo)

Dopo il fratello Giovanni, scomparso a fine aprile all’età di 85 anni, questa mattina è venuto a mancare l’imprenditore eugubino Franco Colaiacovo, ricoverato all’ospedale perugino “Santa Maria della Misericordia”. Aveva 81 anni, e gli è stato fatale il contagio da Covid-19. Lascia la moglie Orietta e i figli Daniela, Giuseppe e Laura. Insieme ai fratelli Pasquale, Giovanni e Carlo è stato fondatore di Colacem, Colabeton e delle altre società appartenenti al Gruppo Financo. Una realtà operante nei settori del cemento, del calcestruzzo, nei trasporti, nel turismo, in quello sportivo, nei media. Un Gruppo che da Gubbio ha saputo espandersi negli anni in Italia e in diversi altri paesi del mondo, insediandosi con attività produttive in tre continenti.

“Entusiasmo e passione per la ricerca”

L'imprenditore eugubino Franco Colaiacovo (gruppo Financo)

L’imprenditore eugubino Franco Colaiacovo (gruppo Financo)

“Franco Colaiacovo – scrive una nota del gruppo – rappresentava in azienda lo spirito innovatore, tecnologico, orientato al futuro e alla sostenibilità del fare industria. Nella sua vita ha saputo trasmettere ai collaboratori l’entusiasmo e la passione per la ricerca, per la curiosità del nuovo, immaginando gli stabilimenti industriali come un luogo vivo, in continua evoluzione tecnologica. Aveva intuito in anni lontani quanto la competitività dell’industria sia legata ai temi della sostenibilità. Ogni nuova soluzione significava non solo maggiore compatibilità ambientale, ma anche innovazione culturale e sociale, tutti fattori in grado di rendere più forte l’azienda sui mercati.

Il signor Franco, come veniva chiamato in azienda, era considerato una persona aperta, empatica, inclusiva. Sempre sorridente e cordiale, cercava il confronto sui temi a lui cari. Ogni nuovo progetto era una sfida nella quale sentiva il valore del “fare squadra”. 

“Futuro, innovazione e cultura storica per Gubbio”

“Amava viaggiare – scrivono ancora nella nota con la quale Financo ha comunicato la sua scomparsa – per conoscere e comprendere i cambiamenti del mondo. Si relazionava con gli stakeholder aziendali, che ascoltava con attenzione e pieno rispetto. La sua vocazione per il futuro e l’innovazione è stata sempre in perfetta armonia con il legame per la cultura storica della sua Gubbio, vivendo con grande passione manifestazioni come la Festa dei Ceri. Tutti i dipendenti del Gruppo Financo lo ricordano con grandissimo affetto, in un ultimo ideale abbraccio. Sapendo che la sua lezione di vita, i suoi valori, rimarranno patrimonio di tutta l’azienda”.

Funerali celebrati martedì 17 novembre a Gubbio

In segno di lutto, nella giornata di domani, lunedì 16 novembre, la sede centrale di Gubbio rimarrà chiusa. Sempre da domani sarà allestita una camera ardente presso la cappellina del Park Hotel Ai Cappuccini. I funerali saranno celebrati martedì 17 novembre alle ore 15 nella Chiesa di San Domenico a Gubbio, nel rispetto delle normative anti-Covid.

Il cordoglio di Luciano Bacchetta

Il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, ha espresso il più sentito cordoglio per la scomparsa di Franco Colaiacovo, “l’imprenditore – scrive il sindaco tifernate – che dalla città di Gubbio ha saputo con i fratelli dare lustro al nome dell’Italia nel mondo. Spirito libero e appassionato ha saputo trasmettere il proprio entusiasmo ai collaboratori in un’ottica di innovazione e proiezione verso il futuro. Una perdita significativa per il mondo imprenditoriale che mancherà per l’esperienza maturata in tanti anni di attività. Esprimo sentimenti di vicinanza alla famiglia Colaiacovo – conclude Bacchetta – in questo momento di lutto e dolore, anche a nome del Consiglio provinciale e della comunità della Provincia di Perugia”.

Il messaggio del sindaco di Gubbio, Stirati

Grande dolore e costernazione anche da parte del sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, e di tutta l’amministrazione comunale per la scomparsa del terzo dei quattro fratelli eugubini del cemento. 

“Un altro grande lutto colpisce la nostra città – commenta Stirati – addolorandoci particolarmente. Per questo il mio primo pensiero va alla moglie, ai figli e a tutta la famiglia di Franco Colaiacovo, che in questo anno così complicato e difficile ha già subito altri lutti. Un altro grande pezzo di storia imprenditoriale della città se ne va: Franco Colaiacovo ha scritto una pagina importantissima della vita economica e sociale di Gubbio, grazie all’impegno di Colacem e delle altre aziende del gruppo che da Colacem sono poi nate.  Di Franco Colaiacovo – prosegue Stirati – mi piace ricordare la grande bonomia, l’affabilità, la mitezza: molto disponibile, sempre sorridente, Colaiacovo era un grande amante della città, letteralmente innamorato delle manifestazioni eugubine e capace di interpretare al meglio l’appartenenza alla nostra comunità. Rinnovo di cuore a nome mio e di tutta l’amministrazione – chiude il sindaco – la vicinanza alla famiglia e alle persone a lui care: in questo anno così difficile oggi con Franco Colaiacovo perdiamo un altro pezzo della nostra storia, nel dolore collettivo”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist