Sarà dedicato ai Barbari il IV ‘Festival del Medioevo’ di Gubbio

Written by on 13/09/2018

Sarà dedicato ai Barbari il IV ‘Festival del Medioevo’ di Gubbio

13/09/2018

Uno dei momenti della scorsa edizione del 'Festival del Medioevo'

GUBBIO- Barbari. La scoperta degli altri, è il tema che verrà affrontato nel corso della IV edizione del Festival del Medioevo, l’evento organizzato dall’omonima associazione culturale assieme al Comune di Gubbio.

Da mercoledì 26 a domenica 30 settembre, cinque giorni intensi con oltre cento iniziative tra dibattiti, incontri (in cui verranno ospitati circa duecento relatori, tra studiosi, saggisti, scrittori, scienziati), mostre, spettacoli ed altre proposte particolari; tra queste, la prima Fiera del Libro Medievale con la presenza di più di quaranta case editrici, l’approfondimento con le monete dell’epoca grazie alla collaborazione con il numismatico Andrea Cavicchi e lo scriptorium di calligrafi e miniatori dal mondo curato da Arte Libro Unaluna. 

Un percorso a ritroso nel tempo dedicato ai secoli della cosiddetta Età di Mezzo, ideato dal giornalista Federico Fioravanti, con l’obiettivo di legare il grande racconto della Storia ai temi più cruciali dell’attualità, coniugando l’approccio colto a quello popolare.

Tornando al tema che caratterizzerà la IV edizione del Festival del Medioevo, sarà un viaggio tra i popoli e gli individui, in mezzo ai forestieri e intorno ai confini, le convenzioni della storia e della geografia: segni che indicano un limite comune. Qualcosa che separa ma allo stesso tempo può anche unire. E che costruisce l’alterità e l’identità, l’amico e lo straniero, l’estraneo e il diverso. Una parola che contiene in sé l’idea di un territorio definito, di una separazione. Ma indica anche una meta da raggiungere o un obiettivo da superare.

“Il Festival del Medioevo di Gubbio,  è l’ultimo arrivato tra gli eventi che si svolgono in Umbria -spiega il suo ideatore Federico Fioravanti- ma in soli quattro anni,  è diventata  la più importante manifestazione nazionale di divulgazione storica dedicata all’età medievale, grazie anche ad una lunga serie di riconoscimenti.  L’ultimo in ordine di tempo viene  assegnato questa settimana venerdì 14 settembre a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019: il prestigioso Premio Francovich, istituito dalla SAMI, la Società degli Archeologi Medievisti Italiani che con più di cinquecento soci rappresenta tutte le realtà istituzionali e professionali operanti in Italia nel campo dell’archeologia della Tarda Antichità e del Medioevo. Nella motivazione del premio c’è la missione stessa della  manifestazione: Per la divulgazione della cultura del Medioevo italiano presso il grande pubblico. Inoltre -conclude Fioravanti– pochi giorni fa il Festival del Medioevo è stato anche inserito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali tra le manifestazioni scelte per il calendario italiano dell’Anno Europeo della Cultura, l’evento che celebra, a livello locale e internazionale, il patrimonio culturale europeo nella ricchezza della sua diversità”.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist