Orvieto, giovane fermato agli agenti: “Mio padre è deputato vi faccio licenziare”

Written by on 01/02/2021

Orvieto, giovane fermato agli agenti: “Mio padre è deputato vi faccio licenziare”

Era stato notato da una pattuglia della squadra Volante insieme agli amici all'esterno ed all'interno di un bar cittadino

01/02/2021

Una Volante della Polizia

Una Volante della Polizia

ORVIETO – “Mio padre è un deputato e vi farò licenziare”: è quanto si sono sentiti dire gli agenti della polizia Orvieto da un giovane fermato insieme a quattro coetanei per violazione della normativa anti-Covid. Il ragazzo – denunciato per minacce a pubblico ufficiale – è stato infatti notato da una pattuglia della squadra Volante insieme agli amici all’esterno ed all’interno di un bar cittadino.

Locale I poliziotti hanno subito invitato i cinque ad uscire dal locale e a mettersi la mascherina, ma durante le procedure di identificazione alcuni di loro, tutti residenti fuori regione, hanno iniziato a mostrare un atteggiamento insofferente nei confronti degli agenti. Tutti – riferisce sempre la polizia – emanavano un forte odore di alcool e avevano difficoltà anche a deambulare. Il giovane denunciato ha chiesto ai poliziotti il numero di matricola, dicendo che era figlio di un deputato (circostanza non vera) e che li avrebbe fatti licenziare, il tutto cercando di avvicinarsi agli agenti senza peraltro indossare la mascherina. I poliziotti si sono quindi visti costretti a chiamare un’altra pattuglia.

Sanzioni Al termine degli accertamenti, il personale del commissariato ha redatto a carico dei giovani tre sanzioni da 400 euro per non aver indossato la mascherina anti-Covid, due segnalazioni alla prefettura per ubriachezza e una contravvenzione all’esercente del bar per somministrazione di bevande alcoliche all’interno del locale in violazione della normativa anti-Covid.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist