IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Tesei: “Sul Pnrr bene l’Umbria ma ora servono riforme strutturali”

Written by on 06/04/2022

Tesei: “Sul Pnrr bene l’Umbria ma ora servono riforme strutturali”

La presidente della Regione durante la sessione inaugurale del Glocal economic Forum Esg89 - Orizzonte Italia 2022 dal titolo "Pnrr, le Regioni italiane"

06/04/2022

La presidente Tesei

La presidente Tesei

Un’Umbria che “ha fatto la sua parte” nella presentazione dei progetti relativi al Pnrr ma che denuncia, per voce della presidente della Regione Umbria, il “ruolo abbastanza marginale dato alle Regioni ancora oggi”, oltre a rivendicare la “centralità” dell’Italia della fascia appenninica: sono i temi toccati da Donatella Tesei durante la sessione inaugurale del Glocal economic Forum Esg89 – Orizzonte Italia 2022 dal titolo “Pnrr, le Regioni italiane”. Con 39 progetti e un miliardo e mezzo di investimenti totali, per l’Umbria è un’occasione unica come ha ricordato la governatrice.

Conoscenza del territorio

“Per un periodo di tempo – ha ricordato – ho rappresentato e coordinato anche le Regioni nell’interlocuzione con il Governo per il Pnrr e posso dire che queste si sono molto battute e hanno molte volte posto la questione proprio del loro ruolo. Avevamo più volte sollecitato il Governo a rivedere questa posizione, non solo dal punto di vista della condivisione dei percorsi ma anche delle missioni che poi sono state fatte proprie dal Pnrr nazionale perché le Regioni sono quelle che sono prima di tutto sul territorio e conoscono i bisogni dei propri concittadini in maniera molto diretta insieme naturalmente ai Comuni e in più sono quelle abituate anche a gestire i bandi europei”. Per Tesei è questo un punto “molto importante” perché avrebbe consentito “una velocizzazione e uno scarico a terra efficace”. Come essenziale, sempre per la presidente della Regione Umbria, è prendere in considerazione “in maniera seria” il tema dell’Italia centrale e della fascia appenninica. “Tutte le volte che si parla di politiche territoriali – ha detto – si guarda soltanto al nord e al sud e non si fa una politica importante e seria sull’Italia centrale che è invece la cerniera di questo Paese”.

Riforme strutturali

“Il Piano nazionale di ripresa e resilienza deve essere accompagnato dalle riforme strutturali di cui questo Paese ha estremo bisogno e che non sono state mai fatte mai prima”, ha detto Tesei. Servono “riforme importanti in tema di giustizia, sanità ma sono tante altre le questioni che devono essere portate avanti” ha aggiunto. “Questo – ha detto Tesei – è un momento sicuramente straordinario dove c’è da fare molto, ma dove anche alcuni temi non possono essere trascurati. Dobbiamo semplificare prima di tutto, perché il 2026 è dietro l’angolo. Le procedure ordinarie non bastano e va accelerata appunto la fase di semplificazione”.  A preoccupare la presidente Tesei è anche la guerra in corso, oltre a inflazione, aumento dei costi dell’energia e mancanza di materie prime. “La crisi in conseguenza del conflitto in Ucraina – ha detto – è sicuramente impattante per la nostra regione, basta vedere che i settori più colpiti sono quelli che caratterizzano l’eccellenza della nostra regione, come la moda, così come le nostre aziende più energivore che devono affrontare questi maggiori costi”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist