IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Pisa – Perugia 2-1. Un Grifo imbarazzante spreca il vantaggio di un gol e di un uomo e si fa rimontare

Written by on 24/02/2023

Pisa – Perugia 2-1. Un Grifo imbarazzante spreca il vantaggio di un gol e di un uomo e si fa rimontare

La sconfitta è resa ancora più amara dai 3 ammoniti che salteranno la gara infrasettimanale col Como così come Dell'Orco che si aggiunge alla lunga lista degli infortunati

24/02/2023

Una fase di gioco

Una fase di gioco

Ha dell’incredibile quanto visto all’Arena Garibaldi dove il Perugia in vantaggio di un gol e di un uomo dopo i primi 45 minuti è completamente assente nella ripresa e si fa rimontare in 7 minuti denotando fragilità mentale e grandi limiti tecnici. La sconfitta è resa ancora più amara dai 3 ammoniti che salteranno la gara infrasettimanale col Como così come Dell’Orco che si aggiunge alla lunga lista degli infortunati.

LE FORMAZIONI

Lunga la lista degli assenti nel Perugia che deve rinunciare ad Angella e Rosi in difesa, Lisi e Cancellieri sulla sinistra, Ekong, Olivieri e Di Serio in attacco. Sono ben quatto i primavera aggregati, mentre Curado e Matos, non al meglio, vanno in panchina.

Castori allora fa di necessità virtù cambiando modulo a favore di un 3-4-2-1 schierando davanti a Gori l’inedita difesa a 3 composta da Sgarbi, Struna e Dell’Orco. Casasola e Paz presidiano le corsie mentre Bartolomei torna titolare a centrocampo con Santoro. Sulla trequarti agiscono Kouan e Luperini alle spalle di Di Carmine.

Dall’altra parte tutti a disposizione per D’Angelo che affida l’attacco a Gliozzi e al neo acquisto Moreo con il recuperato Torregrossa pronto in panchina.

LA CRONACA

Si parte con un emozionante minuto di raccoglimento per ricordare Ilario Castagner che aveva allenato anche il Pisa. Perugia subito costretto ad una partita di contenimento con qualche rischio di troppo che si concretizza in un gol di Moruzan annullato per un millimetrico fuorigioco. Sul Grifo già in emergenza si accanisce anche la sfortuna con Dell’Orco che accusa un problema al ginocchio e deve uscire al 12′ con Curado che entra al suo posto.

Al 21′ il Perugia pareggia il conto dei gol annullati con Luperini che mette dentro un pallone ribattuto dopo il tiro di Di Carmine che era partito davanti a tutti.

L’iniziativa rimane comunque dei neroazzurri perché i Grifoni faticano a fare filtro e perdono spesso palla in uscita.

Alla mezzora Hermannsson si lascia sfuggire Di Carmine ed è costretto a fermarlo con le cattive. Per l’arbitro Santoro l’intervento è da rosso e il Pisa rimane in 10. Passano 8 minuti e Casasola trova Kouan in area il cui colpo di testa incoccia sul braccio di Estevez. Santoro indica il dischetto e Casasola trasforma con freddezza. Dopo il gol si accende una mischia con lo stesso Casasola che viene ammonito e beccato dal pubblico.

Tra le proteste e le mischie reiterate si va negli spogliatoi sull’1 a 0.

Si riparte senza cambi per nessuna delle due squadre e con il Pisa che prende l’iniziativa e raggiunge subito il pareggio con Moruzan che riceve in area e si gira benissimo beffando uno Sgarbi troppo disattento e trovando l’angolino. Il Perugia è in balia dell’avversario e subisce immediatamente il secondo gol con un destro fulminante di Marin che trova l’angolino alto appena dopo che Castori aveva operato due cambi tardivi inserendo Matos e Capezzi al posto di Kouan e Bartolomei.

La reazione del Perugia, dopo 10 minuti da incubo, si concretizza nel colpo di testa di Curado che impegna Nicolas.

A tredici minuti dalla fine Paz commette una sciocchezza colpendo Calabresi con un braccio in faccia e viene espulso riequilibrando i giocatori in campo.

Il Perugia sembra fuori dal campo dopo uno sconcertante secondo tempo. Nel finale occasione per Curado che in area colpisce di destro trovando una deviazione alla disperata, poi è Di Carmine a provarci di testa senza successo.

Finisce con la vittoria dei padroni di casa che rimontano in inferiorità numerica su un pessimo Perugia che getta alle ortiche il vantaggio numerico e di gol con una condotta di gara senza senso.

LE PAGELLE

Gori – 6 – Non può nulla sulle due conclusioni vincenti

Sgarbi 4 – Si addormenta colpevolmente sul gol del pareggio lasciando troppo spazio all’avversario che fa quello che vuole in area.

Struna – 6 – Non demerita

Dell’Orco – sv

Casasola – 6 – Realizza il rigore con freddezza ma è ingenuo nel farsi ammonire inutilmente (essendo diffidato)  e sbaglia tanto dal punto di vista tecnico

Bartolomei – 5,5 – Fatica a gestire la palla e il centrocampo anche in superiorità numerica.

Santoro – 5,5 – Si vede pochissimo quando dovrebbe gestire il pallone con le sue doti tecniche

Paz – 4 – Imperdonabile il fallo da espulsione, tanto più in una serata come questa

Kouan – 5 – Non entra mai in partita, se non nel colpo di testa che genera il rigore

Luperini – 5,5 – Torna ad essere quello pre derby con troppi palloni persi e poca grinta

Di Carmine – 5,5 – Prova a combattere ma non riesce ad essere decisivo

 

Curado – 6 – Gettato nella mischia dopo l’infortunio è l’unico a provare la strada della porta avversaria

Matos – 5,5 – Entra quando la frittata +è fatta e non ha lo spunto per rendersi pericoloso

Capezzi – 5,5 – Anche lui in balia degli eventi

Iannoni – sv

Vulikic – sv

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist