IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

GIORNALE RADIO

Perugia calcio. Alvini: “Non mi ha portato la piena del Tevere. Il Curi un sogno quando facevo il rappresentante di scarpe”

Written by on 21/06/2021

Perugia calcio. Alvini: “Non mi ha portato la piena del Tevere. Il Curi un sogno quando facevo il rappresentante di scarpe”

21/06/2021

PERUGIA – La nuova stagione del Perugia calcio prende avvio con la presentazione di Massimiliano Alvini. Con queste parole il DS biancorosso ha presentato il tecnico di Fucecchio: “Alvini prima pietra della nostra stagione. Il suo profilo è fatto di tanta gavetta ma anche di esperienze importanti. Dal primo incontro abbiamo avuto grandi impressioni e la condivisione dei valori che devono contraddistinguere chi lavora apre il Perugia calcio”.

Ecco dunque le prime parole del neo allenatore biancorosso: “Essere qui è un motivo di grande soddisfazione e piacere. È avvenuto tutto in maniera improvvisa e inaspettata. Ringrazio il presidente, Marco e Gianluca, sono molto felice.

Approccio questa avventura con il massimo dell’entusiasmo come tutte le altre 20 stagioni e con la passione che ho dentro.

Quando ho parlato con il presidente mi ha chiesto di lavorare e lavorare. Ha preso un allenatore che si rispecchia in questa cosa e vorrei essere giudicato da quello che faremo sul campo.

La serie B sarà molto difficile con grandi squadre, ma anche il Perugia lo è e farà il suo cammino. Ci aspetta un campionato con grandi sfide.

In questo momento voglio pensare al presente, poi lo dirà il tempo quello che riusciremo a fare.

Voglio essere chiaro, non mi ha portato qui la piena del Tevere e voglio dimostrare di meritare questa opportunità.

L’apporto del pubblico è fondamentale. Quest’anno ho allenato a Reggio Emilia, piazza fantasia e passionale, e l’assenza del pubblico è stata molto pesante.

Penso che il presidente sia stato convinto dalla voglia che avevo negli occhi quando ci siamo incontrati.

Mi piace l’idea di una squadra aggressiva che domini la partita. Ho grande fiducia nelle scelte di mercato che farà la società. Io voglio incidere sul campo.

Questa è una squadra che ha vinto un campionato difficilissimo in un girone complicato, per cui le scelte della società sono state esemplari e mi fido di loro anche per il futuro.

La retrocessione della Reggiana come tutte le annate così, dipendono da tanti fattori e mi ha permesso di capire tante cose che mi serviranno come insegnamento per questo nuovo campionato. 

Quando ho deciso di non rimanere a Reggio non avrei mai immaginato di arrivare qui. C’è una particolarità nella mia vita, ho fatto il rappresentante di calzature e passavo spesso per Perugia e spesso c’era il Curi illuminato che sognavo di raggiungere un giorno. Per questo essere qui oggi qui è motivo di grande soddisfazione, soprattutto esserci arrivato col lavoro.

Con Maurizio Sarri c’è grande amicizia oltre che una grande stima. Ho passato i pomeriggi a seguire i suoi allenamenti quando era ad Empoli.

Il mio secondo sarà Renato Montagnolo, il mio collaboratore è Francesco Bonacci, entrambi trentenni che lavorano con me da 6 anni. Poi il preparatore dei portieri è Gazzoli e quello atletico Artico.

Fucecchio è un paese fantastico di cui Montanelli è il più illustre rappresentante. Mi rende molto orgoglioso questo e mi riconosco nel suo essere Toscanaccio. Qualche strillo lo sentirete anche da me”. 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist