Perugia, al Museo archeologico la mostra 'Le trame del canto'

Written by on 06/07/2017

Perugia, al Museo archeologico la mostra 'Le trame del canto'

06/07/2017

PERUGIA- Le trame del canto. Incontri d’Oriente e d’Occidente, così s’intitola la mostra di strumenti musicali del passato esposti per la prima volta al pubblico, in programma presso il Museo archeologico nazionale dell’Umbria di Perugia da venerdì 7 a domenica 16 luglio. Un particolare percorso, che propone reperti che, a partire dal I secolo a.C., coprono un vasto arco temporale e geografico: da una statuetta bronzea di Hermes inventore della lira, rinvenuta nelle vicinanze di Perugia, a strumenti africani appartenenti alla Collezione di Orazio Antinori (parte di una più vasta raccolta di materiali, messi insieme dall’esploratore perugino nel corso del suo viaggio in Africa centrale dal 1859 al 1861; arpe, flauti, tamburi, trombe traverse), passando per campanelli, specchi etruschi con raffigurazioni di musici, coppe attiche per libagioni con immagini di suonatrici, flautini in osso, liuti, citole, colascioni, vielle, ribeche, trombe marine perfettamente riprodotte. Sabato 8 e venerdì 14 luglio sarà inoltre possibile partecipare a visite guidate a tema volte ad illustrare quanto rappresentato al riguardo nelle pitture vascolari e nelle sculture delle urne cinerarie presenti nel Museo. Strumenti a fiato, a percussione e a corda facevano parte del patrimonio culturale di etruschi e romani ed erano utilizzati in vari contesti per accompagnare canti conviviali, recitazioni, lamenti funebri.
Abbinati all’iniziativa, ideata dalla direttrice Luana Cenciaioli e dal Polo museale dell’Umbria espressamente in occasione di Umbria Jazz, sono il seminario di strumenti orientali che mercoledì 12 luglio, alle ore 16, sarà svolto al museo da Fakhraddin Gafarov, polistrumentista e profondo conoscitore di musica islamica e sufi, e il concerto, ad ingresso libero, in programma nel salone del museo sempre lo stesso giorno alle ore 18. Il gruppo Quintessenza italiana creato dal musicista e musicologo Mauro Branda (che ha fornito un importante apporto alla realizzazione della mostra, procurando esemplari di strumenti rinascimentali), assieme alle voci del basso Moreno Ilicini, del soprano Maria Morena Lepri, del contralto Milena Regali , del soprano Nicoletta Ricciarelli, darà vita ad uno spettacolo di grande intensità facendo dialogare la tradizione corale (sacra e profana) occidentale con quella del misticismo sufi di Fakhraddin Gafarov.
 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist