Nuovo appello dei lavoratori dello spettacolo dal vivo per la ripresa delle attività

Written by on 02/02/2021

Nuovo appello dei lavoratori dello spettacolo dal vivo per la ripresa delle attività

Servono azioni concrete, per sbloccare risorse per la sopravvivenza dell'intero settore, spiega l'Adu (Attori Attrici, Danzatori e Danzatrici dell'Umbria)

02/02/2021

Nuovo Appello dei lavoratori dello spettacolo dal vivo per la ripresa delle attività

PERUGIA- L’Adu (Attori Attrici, Danzatori e Danzatrici dell’Umbria), scende di nuovo in campo a difesa dei lavoratori dello spettacolo dal vivo.

“Come lavoratrici e lavoratori dello spettacolo -spiegano in una nota- siamo disponibili a rispettare ogni protocollo di sicurezza. Ma vogliamo farlo in modo legittimo. Noi siamo pronti. La Regione Umbria è pronta a riconoscere e legittimare il nostro lavoro?”.

Con queste parole, l’intera categoria torna a farsi sentire anche nella nostra regione, chiedendo soprattutto azioni concrete e il tavolo promesso. Storicamente poco tutelati, sono, infatti, tra quelli che hanno maggiormente subito gli effetti della pandemia sul lavoro, con un fermo di larga parte del settore che dura ormai da un anno.

Persone che hanno dato vita in tutto il territorio nazionale ad associazioni informali di categoria per affrontare la drammatica situazione seguita all’emergenza sanitaria Covid. Proprio per cercare di fare fronte alla crisi generata dalla pandemia,dopo aver lanciato sui social l’hastag #stanchidiaspettare, si è costituita da alcuni mesi l’Adu, Attori Attrici, Danzatori e Danzatrici dell’Umbria.

“Sono passati centouno giorni -spiegano dall’Adu– dall’ordinanza regionale che vieta lo svolgimento di attività all’interno delle sedi delle associazioni che, contrariamente a quanto si pensi, non sono solo luoghi di attività ricreative, ma anche e soprattutto luoghi di lavoro. Per questo motivo, chiediamo di rivedere immediatamente l’ordinanza del 24 ottobre 2020″.
L’Adu si è unito anche al nuovo appello del mondo dello spettacolo, insieme ad altre realtà nazionali. Alla notizia del blocco del nuovo Decreto Ristori a causa di questa incomprensibile crisi di governo, denunciano insieme la condizione d’indigenza in cui versano uomini e donne che operano nel settore.

“Le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo -conclude l’appello-  si appellano al senso di responsabilità e alla necessità di dare stabilità al nostro Paese in una fase tanto complicata affinché vengano sbloccate le risorse necessarie a garantire la sopravvivenza di migliaia di persone”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist