Matelica – Perugia 1-3. Il Grifo emerge dalla battaglia e accorcia la classifica

Written by on 10/01/2021

Matelica – Perugia 1-3. Il Grifo emerge dalla battaglia e accorcia la classifica

10/01/2021

MACERATA – Giornata inclemente dal punto di vista meteorologico all'”Helvia Recina” di Macerata, dove Matelia e Perugia si incontrano per la prima volta nella storia per la penultima giornata del campionato di serie C girone B. I Grifoni con il neo acquisto Vano che va in panchina vogliono cominciare il 2021 nel migliore dei modi dopo aver battuto prima di Natale il Ravenna al Curi. Dall’altra parte i neopromossi marchigiani non partono certamente battuti dopo aver meravigliato soprattutto nella prima parte del girone di andata.
Fabio Caserta deve fare a meno di Cancellotti, Bianchimano e Dragomir, mentre Sounas e Monaco, non al meglio, si accomodano in panchina così come capitan Rosi. Il tecnico biancorosso torna alla difesa a 4 con Elia e Crialese sulle corsie e Sgarbi e Angella centrali. A centrocampo Burrai torna tra i titolari con Vanbaleghem e Moscati come interni. In attacco Minesso agisce alle spalle di Melchiorri e Murano.
Dall’altra parte Colavitto conferma il solito 4-3-3 con Moretti al centro dell’attacco.
Partenza complicata per le due squadre che non riescono a fare gioco sul campo pesante. I padroni di casa tentano comunque un paio di conclusioni dalla distanza senza però trovare la porta, anche se il sinistro di Volpicelli si alza di poco sopra la traversa.
I Grifoni sembrano soffrire l’aggressività del Matelica ma improvvisamente passano in vantaggio con Murano al 12′. Accelerazione sulla destra di Elia, cross pennellato e appoggio comodo di sinistro per il numero 11 biancorosso che mette a segno il suo quinto gol in campionato.
La reazione dei marchigiani è veemente, ma di pericoli verso Fulignati non sembrano arrivare, almeno fino al 22′ quando Volpicelli pennella un calcio di punizione dai 25′ metri trovando la parabola vincente che si spegne sotto l’incrocio dei pali. La parità ristabilita rende la partita ancora più combattuta con i Grifoni che provano a conquistare palla e a ribaltare subito l’azione. Al 32′ ennesima percussione di Elia, cross deviato che spiove a centro area dove sbuca Minesso che salta più alto di tutti e trova l’angolino lontano siglando il 4 gol di testa consecutivo.
Grifoni di nuovo in vantaggio e Matelica che prova nei minuti finali a riversarsi di nuovo nella metà campo biancorossa senza però riuscire a rendersi pericolosa. Si va negli spogliatoi con il vantaggio del Perugia mentre la pioggia continua a cadere senza sosta.

Il Matelica riparte nella ripresa con lo stesso ritmo del primo tempo e colleziona una buona occasione con Moretti che girà alto di testa un cross dalla destra. il Perugia contiene bene ma non riesce a sfruttare le occasioni in contropiede. La più clamorosa è sui piedi di Minesso che spreca un tap in su cross dalla destra del solito Elia smanacciato da Cardinali. verso la metà del tempo è Melchiorri ad avere il pallone buono sulla testa ma Cardinali è bravo a respingere.
Il Grifo non chiude la partita e i padroni di casa provano ad attuare il forcing finale per raddrizzare il risultato. Caserta allora mette in campo Kouan, Favalli e Vano che esordisce per l’infortunio di Melchiorri. Angella e Sgarbi chiudono ogni varco e quasi allo scadere su cross di Vanbaleghem, arriva il calcio di rigore per il Perugia per fallo di mano in area di Cason nel tentativo di fermare Vano. Proprio il neo arrivato si incarica della trasformazine e chiude i conti con un destro potente sotto la traversa.
Il Grifo esce dalla battaglia con i tre punti che voleva, battendo un Matelica volenteroso e mai domo e rimane in scia della testa della classifica approfittando del pareggio del Sudtirol a Cesena che vale la terza posizione della graduatoria.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist