‘Love Film Festival 6’ : a Marco Bocci il ‘Grifone d’Oro’ come miglior regista

Written by on 17/11/2020

‘Love Film Festival 6’ : a Marco Bocci il ‘Grifone d’Oro’ come miglior regista

Ottimo riscontro per l'edizione on line della kermesse. "La cultura e il cinema non si sono arresi al Covid", ha commentato il direttore artistico Daniele Corvi

17/11/2020

Marco Bocci, premiato con il 'Grifone d'Oro' come miglior regista dal 'Love Film Festival 6'

PERUGIA- L’emergenza Covid 19, non ha fermato il Love Film Festival 6 che si è svolto completamente online, dal 13 al 15 novembre. Una programmazione ricca e coinvolgente, che gli appassionati del mondo del Cinema hanno potuto seguire comodamente dal divano di casa, collegati in streaming via Facebook dalla pagina della manifestazione o in diretta tv su TeF Channel. Questo, nonostante l’impedimento delle proiezioni dei film in concorso. Appuntamenti cinematografici, e non solo, che hanno superato di gran lunga le aspettative, richiamando l’attenzione su temi di stretta attualità.

A cominciare dalla prima giornata dedicata alla scienza, alla quale è intervenuto il giornalista  Alessandro Cecchi Paone in due diversi incontri dedicati al Covid e  alla Clonazione; per poi passare alla presentazione del documentario Corri Leo dedicato a Leonardo Cenci; al film del regista Lino Pujia The duel of wineAlice Rohrwacher direttamente dalla Biennale di Venezia con Omelia Contadina (al quale è stato assegnato il Premio Sandro Penna per il miglior cortometraggio); l’attore Vinicio Marchioni regista de Il terremoto di Vanja (che si è, invece, aggiudicato il Premio Gerardo Dottori, per il miglior documentario). Infine, Fortunato Cerlino e Marco Bocci, rispettivamente protagonista e regista del film A Tor bella Monaca non piove mai, che si sono aggiudicati il Premio Alberto Sordi come miglior attore e il Grifone d’Oro come miglior regista.

“Questi riconoscimenti -dice il direttore artistico Daniele Corvi– testimoniano che i Festival e il Cinema devono comunque andare avanti anche con le sale chiuse, e sono un ringraziamento per quei lavoratori dello spettacolo che continuano a dimostrare una grande resilienza artistica”.

Tra gli altri appuntamenti che hanno caratterizzato il Love Film Festival 6, quelli con il giornalista e critico cinematografico Fabio Melelli che ha presentato con il collezionista Michele Patucca l’anteprima del docufilm Perugia anni ’30 e il making of, per celebrare i primi trent’anni del film Grido di pietra, di Werner Herzog con aneddoti e curiosità su Vittorio Mezzogiorno arricchito dalle testimonianze del produttore Walter Saxer, del regista Salvatore Basile  della figlia dell’attore Giovanna. Senza dimenticare,  il convegno La famiglia sostenibile è felice di domenica 15 novembre, organizzato insieme alla Global Thinking Foundation, moderato e presieduto dalla presidente Claudia Segre, al quale ha partecipato, tra gli altri, il regista Paolo Genovese, con la sua esperienza di ambasciatore internazionale contro il bullismo.

“Un edizione on line, in cui la Cultura e il Cinema non si sono arresi al Covid -conclude Daniele Corvi– che è andata ben aldilà delle più rosee previsioni, facendo registrare milioni di visualizzazioni e tantissimi telespettatori. Questo, in attesa del prossimo anno, in cui faremo la summa di tutte le edizioni precedenti”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist