Perugia, Bassetti in visita al carcere di Capanne con un messaggio di speranza

Written by on 07/04/2021

Perugia, Bassetti in visita al carcere di Capanne con un messaggio di speranza

Il presule, accompagnato dal cappellano padre Francesco Bonucci, lunedì 5 aprile ha incontrato i detenuti intrattenendosi anche con il personale di sorveglianza

07/04/2021

il cardinale bassetti nella

Il cardinale Bassetti nel corso della visita al Carcere di Capanne

PERUGIA- Il cardinale Gualtiero Bassetti, accompagnato dal cappellano padre Francesco Bonucci (Ofm), si è recato in visita al Carcere di Capanne di Perugia, lunedì 5 aprile.

Accolto dalla direttrice Bernardina Di Mario e dal comandante della Polizia penitenziaria Fulvio Brillo, il presule ha avuto modo di incontrare da padre, i detenuti delle sezioni del circondariale, penale e semiliberi e le detenute del femminile, intrattenendosi anche con il personale di sorveglianza.

“Il nostro pastore Gualtiero mancava dal Carcere di Capanne dal pranzo di Natale del 2019, da lui offerto alle detenute attraverso gli operatori della Caritas diocesana; un tempo lunghissimo di assenza per lui che era abituato, prima della pandemia, a recarsi spesso in questo luogo dove è più tangibile la sofferenza umana. Sin dal suo arrivo a Perugia, il nostro pastore ha instaurato un profondo legame con il mondo del Carcere anche con segni concreti di vicinanza, ad iniziare dall’incoraggiare la presenza di più volontari e favorire nuovi progetti volti al reinserimento sociale di chi è al termine della detenzione”.

A raccontarlo è suor Carla Casadei (Sfp), della congregazione delle Francescane dei poveri, coordinatrice dei volontari dell’Associazione perugina di volontariato (istituita dalla Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve); associazione che attualmente vede impegnati nel mondo del volontariato carcerario una quindicina di soci.

Al termine dell’i incontro il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve ha consegnato ai presenti dei piccoli doni (un sacchetto con ramoscello d’ulivo benedetto, ovetti di cioccolato e un disegno con frase augurale) preparati dai volontari.

Un particolare: i disegni sono stati realizzati da un centinaio di bambini di famiglie di alcuni movimenti ecclesiali e gruppi parrocchiali, che nel disegnare e nello scrivere la frase augurale si sono ispirati al messaggio pasquale che più di altri è rivolto a chi è carcerato: Tanti auguri per una Pasqua di rinascita. 

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist