Fermana – Perugia 1-1. Grifo in dieci raggiunto nella ripresa. Sfuma l’aggancio al Sudtirol

Written by on 30/03/2021

Fermana – Perugia 1-1. Grifo in dieci raggiunto nella ripresa. Sfuma l’aggancio al Sudtirol

30/03/2021

FERMO – Nuovo turno infrasettimanale per i Grifoni che nella seconda di tre trasferte consecutive, recuperano al “Recchioni” di Fermo la gara rinviata a febbraio per neve. Per il Perugia occasione ghiotta per accorciare in classifica sulle prime posizioni mentre per i padroni di casa, reduci dalla vittoria in extremis sul Modena, l’opportunità di chiudere il discorso salvezza. Gli uomini dell’ex Giovanni Cornacchini cercano di proseguire nella striscia che li vede imbattuti in casa da inizio novembre, ma devono rinunciare a Comotto, Bigica, Demirovic, De Pascalis e Cognigni. Fabio Caserta deve invece rinunciare a Favalli e al solito Sgarbi, entrambi infortunati, e schiera Minelli in porta con Cancellotti, Angella, Monaco e Di Noia in difesa. A centrocampo Moscati agisce centralmente con Kouan e Sounas ai suoi fianchi. In attacco Falzerano torna titolare ad affiancare l’inamovibile Elia, con Murano che completa il reparto.
Il primo tiro in porta della partita è di Moscati su una palla vagante nella trequarti, ma la conclusione è alta sopra la traversa. Da un calcio d’angolo per il Perugia con tutti i giocatori ospiti nella metà campo avversaria s’innesca un pericoloso contropiede per la Fermana con Boateng che s’invola e viene fermato irregolarmente da Elia, ammonito. Il Perugia tenta di mantenere il piede sull’acceleratore ma la Fermana è arcigna e attenta nel cercare dove possibile il contropiede. Da un passaggio di Moscati per Falzerano nasce un’occasione per Kouan dal limite dell’area ma niente di fatto. Da una rimessa laterale sulla trequarti Boateng solo in area di rigore tenta la girata che sfila di poco a lato. Dopo il primo quarto molto arrembante da parte del Perugia la Fermana inizia a farsi vedere pericolosamente nella metà campo avversaria. Un’imprecisione in fase di contenimento favorisce Murano che tenta il sombrero al limite per portarsi la palla sul destro, ma viene rimontato. Al 17′ su cross al volo di sinistro di Di Noia, Elia di prima di destro, sbucato dal secondo palo, si avventa sul pallone e scaraventa in porta di destro lo 0 a 1. La manovra sulla trequarti per i Grifoni è fluida: Di Noia e Sounas si trovano molto bene facendo saltare i punti di riferimento alla difesa avversaria. L’occasione del pareggio è sui piedi di Boateng e nasce da un colpo di testa all’indietro di Moscati, Angella prova ad allungare il pallone a Minelli ma il colpo di testa è troppo debole e Boateng in velocità s’inserisce superando anche l’estremo difensore perugino e defilandosi non riesce a trovare la porta di sinistro.
Alla mezz’ora è un’azione tambureggiante del Perugia che si conclude con un palo pieno di sinistro preso da Falzerano mentre Elia si tocca ripetutamente la coscia ed è costretto all’uscita. Al suo posto entra Michele Vano, che subito spizza un pallone di testa per Murano. Il tiro viene parato da Ginestra ma non trattenuto e sulla ribattuta Falzerano colpisce il palo esterno. Neanche due minuti in campo per Michele Vano che secondo l’arbitro alza il gomito su Iotti e viene fatto accomodare fuori. Al 35′ il Perugia è in dieci uomini ma continua a gestire il pallone senza però rendersi pericoloso ma contenendo bene gli avversari fino al fischio di metà tempo.

Il secondo tempo inizia con lo stesso assetto per entrambe le squadre ma la manovra del Perugia è complicata dall’inferiorità numerica. All’11’ della ripresa su cross di Neglia, Cais spizza di testa, Boateng si smarca da Di Noia e insacca di testa. La partita si complica per i Grifoni mentre Sounas e Murano lasciano il campo per Crialese e Bianchimano. La Fermana chiude ogni spazio al Perugia che si sbilancia inevitabilmente concedendo spazi al contropiede dei padroni di casa.

L’ultimo quarto d’ora è solo a trazione anteriore per il Perugia con Melchiorri e Minesso che rilevano Di Noia e Angella. Sette sono i calcio d’angolo battuti a dieci minuti dalla fine dai Grifoni, ma nessuno si è rivelato pericoloso. Al 75′ è Neglia a tentare il tiro che vola altissimo. La squadra ospite è sbilanciatissima, Fabris e Urbinati in area di rigore hanno possibilità di affondare ma Urbinati apre troppo di piatto e il tiro non inquadra la porta.  Ancora Fermana in attacco: D’Anna cerca Neglia in area ma i due non si trovano. Dall’altra parte Melchiorri s’invola sulla sinistra con Falzerano appostato davanti a Ginestra, ma il passaggio per il numero 23 è debole e il portiere fa sua la sfera.

I Grifoni non riescono a rendersi pericolosi e devono accontentarsi del pareggio dopo un finale nervosissimo. Il Perugia fallisce l’aggancio al Sudtirol e l’avvicinamento al Padova mettendo la parola fine alla corsa per il primo posto, salvo miracoli.

 

Il tabellino

Fermana (4-4-2): Ginestra; Rossoni (50′ Fabris), Manetta, Scrosta, Sperotto (50′ Mordini); Iotti (68′ Grossi), Urbinati, Graziano (68′ Mosti), Neglia; Cais, Boateng (71′ D’Anna)

Perugia (4-3-2-1): Minelli; Cancellotti, Angella (73′ Melchiorri), Monaco, Di Noia (73′ Minesso); Kouan, Moscati, Sounas (62′ Crialese); Falzerano, Elia (33′ Vano), Murano (62′ Bianchimano)

Reti: 17′ Elia; 57′ Boateng

Ammoniti: 8′ Elia; 40′ Moscati; 42′ Rossoni; 87′ Crialese

Espulsi: 35′ Vano


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist