IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

La Festa del Rinascimento torna quest’anno ad Acquasparta

Written by on 06/06/2022

La Festa del Rinascimento torna quest’anno ad Acquasparta

Presentata la XIII edizione della manifestazione in programma dall'11 al 26 giugno

06/06/2022

Festa del Rinascimento Acquasparta

Una delle passate edizioni della Festa del Rinascimento di Acquasparta

Torna ad Acquasparta La Festa del Rinascimento, manifestazione che rievoca l’arrivo in città di Federico Cesi, una delle figure più significative della cultura scientifica del primo seicento, poco dopo il matrimonio con la giovane Artemisia Colonna, avvenuto nel 1614.

Giunta alla sua XIII edizione,  organizzata dall’Ente Il Rinascimento di Acquasparta, si svolgerà da sabato 11 a domenica 26 giugno prossimi all’insegna di Theatrum Totius Naturae, opera iniziata e mai conclusa da parte di uno dei primi fautori in Italia dell’astronomia post-copernicana, appassionato studioso di scienze naturali, soprattutto di botanica;  una ricerca, che avrebbe dovuto essere la Nuova Grande Enciclopedia Scientifica Naturalistica, costruita grazie alla libera osservazione sperimentale con gli innovativi, per l’epoca, strumenti tecnici della ricerca, il telescopio e il microscopio.

Una rievocazione, realizzata con scrupolosa fedeltà storica e forte coinvolgimento degli abitanti, attraverso sfilate in costumi d’epoca, sfide fra contrade, spettacoli, iniziative per i più piccoli e le immancabili taverne tipiche, durante la quale le tre contrade del borgo (San Cristoforo, Porta Vecchia e Il Ghetto) si contenderanno le chiavi della Città.

Il programma della XIII Festa del Rinascimento 

Le tre contrade si sfideranno, infatti, durante i quindici giorni della Festa del Rinascimento, in diverse gare a cui il pubblico potrà assistere: la Gara Gastronomica (in programma lunedì 13 giugno) che quest’anno avrà come protagonista il tartufo, prodotto eccellente del territorio, che ha recentemente ricevuto il prestigioso riconoscimento dell’inserimento nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO (Cerca e cavatura del tartufo in Italia: conoscenze e pratiche tradizionali). La ricetta su cui le tre contrade si sfideranno sarà il Pasticcio di Vitella così come riportata nell’opera L’Epulario di Giovanni del Turco;  il Grande Gioco dell’Oca (sabato 25 giugno) una riproposizione vivente del gioco da tavolo le cui origini, nella sua versione moderna, risalgono alla seconda metà del Cinquecento; la Giostra dei Tamburi sonanti (venerdì 17 giugno) sfida tra i tamburini delle contrade arricchita dallo spettacolo degli sbandieratori di Sangemini, e la Gara Il Teatro di Contrada in cui ogni contrada, con propri attori amatoriali mette in scena una libera interpretazione teatrale di un testo scritto prima del 1630, rielaborato ed adattato; in questa edizione le compagnie di contrada si esibiranno su testi di  Shakespeare e De Rojas.

Ad aprire la manifestazione, sabato 11 giugno, alle ore 21.30 con il Grande Corteo delle Contrade per la regia quest’anno di Germano Rubbi dal titolo Metamorfosi: la terra, gli astri, l’uomo, ispirato al capolavoro di Ovidio, in particolare ai miti che narrano la nascita degli elementi naturali.

Non mancheranno le iniziative collaterali che andranno ad arricchire il programma: dalle passeggiate fotografiche; alla degustazione di vini; agli spettacoli teatrali; ai momenti dedicati ai più piccoli, con laboratori legati alla conoscenza scientifica; agli incontri di approfondimento dedicati a natura, enogastronomia, scienza, filosofia.

A chiudere la XXIII edizione della Festa del Rinascimento di Acquasparta, domenica 26 giugno, il concerto di musica barocca Alla guerra d’amore. Musica vocale e strumentale in Italia tra la fine del ‘500 e le prime decadi del ‘600 a cura de La Selva Ensemble di Musica Antica con Riccardo Pisani al canto, Carolina Pace al flauto dolce, Michele Carreca alla tiorba e chitarra barocca.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist