Incendiano auto con una molotov per un debito di droga: due arresti

Written by on 17/07/2020

Incendiano auto con una molotov per un debito di droga: due arresti

17/07/2020

TERNI – Due ternani di 29 e 31 anni sono stati arrestati dalla squadra Mobile di Terni con l’accusa di essere gli autori di un’estorsione attuata con atti intimidatori, in particolare l’incendio di un’autovettura, ai danni di due fratelli, anche loro del posto, per un debito di droga contratto da uno di questi. L’episodio contestato – è stato spiegato stamani nel corso di una conferenza stampa in questura – è avvenuto nella notte di domenica scorsa, quando due bottiglie Molotov sono state lanciate contro l’auto parcheggiata nel giardino di casa dei due fratelli, un’abitazione di Borgo Rivo in cui in quel momento erano presenti anche due minori e una donna in gravidanza. Le indagini della Mobile sono state subito avviate e, oltre a ricostruire i fatti, hanno permesso di bloccare il giorno seguente, arrestandolo in flagranza con l’accusa di estorsione in concorso, il ventinovenne, creditore di circa 600 euro. L’uomo – un disoccupato con una precedente segnalazione per reati di droga – è stato fermato subito dopo l’incontro con una delle vittime, appuntamento pattuito per ritirare una prima parte della somma dovuta, secondo gli investigatori legata a precedenti cessioni di hascisc. Il giovane è stato trovato in possesso dei 200 euro che aveva appena incassato. Dagli altri elementi raccolti, incrociando dati e testimonianze (tra cui uno scambio di messaggi Whatsapp avvenuto in un orario ritenuto compatibile con l’incendio), gli investigatori sono risaliti al presunto complice, di professione magazziniere e senza precedenti per droga, colui che materialmente avrebbe lanciato le Molotov. Nella sua abitazione gli agenti hanno rinvenuto delle bottiglie di birra artigianale, della stessa marca, lotto e scadenza di quelle usate per confezionare le bottiglie incendiarie. In breve tempo il gip, su richiesta del pm Camilla Coraggio, ha emesso nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, aggiungendo all’accusa di estorsione in concorso quella di fabbricazione e porto in luogo pubblico di armi da guerra. La misura è stata eseguita ieri mattina.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist