Gubbio, il Comune avvia il progetto per la costituzione dell’Ecodistretto

Written by on 13/01/2021

Gubbio, il Comune avvia il progetto per la costituzione dell’Ecodistretto

Un percorso tra istituzioni, associazioni, privati e soggetti sensibili ai temi dell’ambiente e della salute pubblica, che parte mercoledì 13 gennaio con un primo incontro di valutazione

13/01/2021

Il Comune di Gubbio avvia il progetto per la costituzione dell'Ecodistretto

GUBBIO- Un vero e proprio Ecodistretto, costituito dal Comune di Gubbio attraverso un percorso partecipativo e inclusivo di istituzioni, associazioni, e di tutti i soggetti sensibili ai temi dell’ambiente e della salute pubblica. E’ quello che prende avvio mercoledì 13 gennaio, con un primo incontro di valutazione on line previsto per le ore 15, al quale sono stati invitati i capigruppo del Consiglio Regionale, aziende e privati.

“I presupposti dell’Ecodistretto -spiega il sindaco Filippo Mario Stirati– saranno rappresentati da studi e indagini su aria, acqua, suolo e sulle dinamiche epidemiologiche, al fine di certificare la qualità della vita. Si tratta di un’opportunità, che potrà assumere un carattere del tutto esemplare all’interno della comunità regionale, e che potrà credo aprire la strada a un vero e proprio modello di lavoro istituzionale sulle tematiche ambientali“.

Un primo incontro di valutazione, come dicevamo, di un percorso di arricchimento e consapevolezza reciproca che permetterà di avere a disposizione tutti gli elementi, le informazioni e i dati utili a costruire politiche nella direzione della vivibilità, del rispetto dell’ambiente e della salute.

Confronto, che sarà anche l’occasione per presentare una convenzione che il Comune di Gubbio ha stipulato con lUniversità La Sapienza di Roma e con il CNR per l’attivazione di studi e indagini sulla qualità di aria, acqua e suolo. Tali analisi, avranno un lungo orizzonte temporale, coprendo la durata di un anno anche per considerare tutte le modifiche legate alla stagionalità.

Università La Sapienza e CNR -spiega l’assessore all’ambiente, Alessia Tasso– eseguiranno un monitoraggio di tutto il territorio comunale, attraverso una rete di rilevatori capaci di ricondurre, attraverso specifici modelli matematici, ogni inquinante presente alla sua fonte.

Tale progetto avrà un costo di circa centocinquantamila euro, che coprirà i contributi che arriveranno da laboratori specializzati grazie all’apporto di personale altamente qualificato”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist