IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Gubbio commemora le vittime dell’eccidio del 22 giugno 1944

Written by on 22/06/2023

Gubbio commemora le vittime dell’eccidio del 22 giugno 1944

Un tragico episodio per il quale 79 anni dopo il ricordo è ancora vivo

22/06/2023

commemorazione vittime eccidio giugno 44

Un momento della commemorazione dei quaranta martiri di Gubbio

Gubbio ha commemorato anche quest’anno le quaranta vittime dell’eccidio del 22 giugno 1944. Un momento partecipato e commosso, ha dato inizio alla giornata in ricordo del tragico episodio.

I loro nomi hanno ancora una volta risuonato, settantanove anni dopo, per le vie delle città. I martiri di una delle stragi più efferate del regime nazista sono stati ricordati con un corteo che è partito da Piazza 40 Martiri e, passando dall’Edifico Scolastico, dove le quaranta vittime furono tenute in ostaggio, è arrivato fino al Mausoleo. Qui, tante le bambine e bambini presenti hanno deposto una rosa sul muro dove gli innocenti vennero fucilati. Laura Tomarelli, Presidente dell’Associazione Famiglie Quaranta Martiri, ha raccomandato loro di fare buon uso della memoria.

“Portate in questo luogo -ha detto- le vostre mamme e papà: è un luogo di dolore, ma anche di speranza: quella che queste atrocità non abbiano a ripetersi e che possiate essere protagonisti di una storia diversa”.

Il ricordo delle vittime fondamentale per la pace

Anche il sindaco del Comune di Gubbio Filippo Mario Stirati, nel corso dell’incontro ha ribadito l’importanza della custodia e salvaguardia della memoria.

“Ricordare ciò che è successo qui -ha sottolineato- ma anche tutte le altre stragi che si sono consumate nelle nostre zone, penso a Villamagna, a Torre Calzolari, a Branca, vuol dire ricordare che la guerra è una barbarie, sempre, che nasce dall’idea malsana dell’imposizione di principi terrificanti, che vanno sotto il nome di razzismo, violenza, prevaricazione. Il tema della memoria è fondamentale per rigenerare le nazioni, specie in un momento in cui le lancette delle storia sembrano essere tornate indietro, in Europa e non soltanto.

I semi della pace, della democrazia, della convivenza civile restano più che mai in primo piano. Oggi -ha concluso il primo cittadino- nel riportare al cuore questa giornata terribile, lanciamo un grande messaggio di pace, perché si possa guardare al futuro avendo ristabilito un clima di rapporti pacifici tra tutti gli stati”.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist