IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Gradito ritorno al Morlacchi di Perugia per Martha Argerich

Written by on 14/11/2017

Gradito ritorno al Morlacchi di Perugia per Martha Argerich

14/11/2017

PERUGIA- C’è attesa, per il sempre gradito ritorno a Perugia di Martha Argerich, vera e propria leggenda vivente del pianoforte. La celebre solista argentina, sarà, infatti, protagonista questo giovedì 16 novembre alle ore 20.30 al Teatro Morlacchi assieme alla Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, diretta da Vladimir Jurowski, del terzo concerto della Stagione 2017-2018 degli Amici della Musica del capoluogo umbro. Un importante appuntamento, reso possibile grazie alla collaborazione tra le Fondazioni Perugia Musica Classica e Brunello e Federica Cucinelli, in una partership esemplare per il raggiungimento di obiettivi di elevato livello artistico. Una preziosa e rara occasione per poter ascoltare una grande interprete quale Martha Argerich assieme ad uno dei più poetici tra i direttori d’orchestra contemporanei come Vladimir Jurowski, in un programma senz’altro di grande emozione, che si aprirà con la Sinfonia in sol maggiore K. 318 di Wolfgang Amadeus Mozart. Scritta nell’aprile del 1779, dopo il suo triste viaggio a Parigi in cui era morta la madre, è una composizione giovanile, piacevole e scorrevole, un tassello prezioso del magnifico mosaico della creatività del Genio di Salisburgo.
A seguire, il momento più atteso della serata, l’esecuzione del Concerto per pianoforte e orchestra op. 54 in la minore di Robert Schumann, solista Martha Argerich. Un brano, questo, che per anni è stato uno dei massimi cavalli di battaglia della pianista inciso per la prima volta nel 1978 sotto la direzione di Mstislav Rostropovich. Un’impegnativo lavoro, portato a termine dal musicista tedesco del periodo tardoromantico nel 1845 (eseguito per la prima volta dalla moglie Clara Wieck), che riassume tutte le suggestioni della propria opera, superando gli schemi tradizionali, fin dall’imperioso e celebre attacco del primo movimento, lo strappo violento dell’orchestra seguito dalla cascata di accordi del pianoforte.
Dopo l’intervallo, la seconda parte  sarà interamente dedicata alla Sinfonia n.3  in la minore op. 56 di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Composta tra il 1829 e il 1842, è nota anche come La Scozzese poiché nacque sull’onda dell’ispirazione seguita al viaggio dell’autore tedesco tra le brume delle Highlands, un luogo che accese la sua romantica fantasia creativa.
Un’importante appuntamento, da non perdere per apprezzare ancora una volta di più le straordinarie doti di una vera leggenda vivente del pianoforte quale Martha Argerich, che fin dal suo debutto, ha avuto una lunga carriera costellata d’ininterrotti trionfi e prestigiosi premi (tra cui la nomina da parte del governo francese ad Officier des Arts et Lettres, e di Accademica di Santa Cecilia a Roma). Creatrice dell’omonimo Festival e Concorso Pianistico a Buenos Aires, oltre che del progetto a lei dedicato a Lugano, Martha Argerich ha all’attivo un importante numero d’incisioni discografiche realizzate per prestigiose etichette (che gli sono valse l’assegnazione di tre Grammy Awards), con un repertorio che spazia da Bach a Bartók, Beethoven, Schumann, Chopin, Liszt, Ciajkovski, Debussy, Ravel, Franck, Prokovief, Stravinsky, Sciostakovic e Messiaen. E’ stata legata a Claudio Abbado da un lungo sodalizio artistico.
Come dicevamo, ad affiancare la celebre solista argentina, nel concerto di questo giovedì al Teatro Morlacchi una tra le più prestigiose e coinvolgenti orchestre nel panorama musicale internazionale, come la Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, guidata da Vladimir Jurowski, tra i più ricercati e dinamici direttori contemporanei acclamato in tutto il mondo per musicalità e il suo intraprendente impegno artistico.
 
 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist