Fotoracconto settima giornata

Written by on 26/08/2018

Fotoracconto settima giornata

26/08/2018

SETTIMO GIORNO

Questa mattina libera uscita: l’appuntamento è nel tardo pomeriggio allo stadio di Croke Park per la festa delle famiglie con papa Francesco. Fino ad allora ogni famiglia del gruppo è libera di gestire il proprio tempo. Qualcuno si darà al turismo, altri al lavaggio dei figli e della biancheria, altri al riposo… Noi ci risentiremo dallo stadio di Dublino.

Umbria Radio

Umbria Radio trasmetterà in diretta, DOMENICA 26, a partire dalle ore 10.40, la visita di Papa Francesco alla Cappellina del Santuario di Knock e la recita della Preghiera dell’Angelus. Nel pomeriggio, alle ore 15.50, verrà trasmessa in diretta, dal Phoenix Park di Dublin la Celebrazione eucaristica presieduta da Papa Francesco.

TV2000

Su TV2000. Ecco come seguire su Tv2000  il viaggio di Papa Francesco a Dublino in occasione dell’Incontro Mondiale delle Famiglie,  sabato 25 e domenica 26 agosto. L’emittente della Cei in collaborazione con Vatican Media dedica una programmazione speciale al viaggio del Papa con collegamenti con gli inviati, servizi e approfondimenti. Le dirette saranno inserite nel quadro della trasmissione Il diario di Papa Francesco condotta da Gennaro Ferrara

Negli studi a Roma saranno ospiti:  il direttore del ‘Sismografo’ Luis Badilla, lo storico Iulm Massimo De Giuseppe, i giornalisti Francesca Lozito e Iacopo Scaramuzzi, i responsabili nazionali dell’area famiglia di Azione Cattolica Carmine Gelonese e Annarita Ferrato, il responsabile del Centro di Documentazione del Centro internazionale studi famiglia Pietro Boffi, il professor Enrico Reggiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, i teologi Alfonso Colzani e Francesca Dossi, Emer McCarty della diocesi di Dublino e i coniugi Paolo Perelli e Doretta Di Pompeo.

Questi negli appuntamenti del Papa in diretta sull’emittente Cei:

Sabato 25, dalle 11 alle 14 , arrivo di Papa Francesco all’aeroporto Internazionale di Dublino e accoglienza ufficiale; cerimonia di benvenuto e visita al Presidente della Repubblica nella residenza Áras an Uachtaráin. Incontro con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico. Dalle 15.40 alle 18, la visita alla Procattedrale di Santa Maria e la visita al centro accoglienza per famiglie senzatetto. Dalle 20 alle 22 l’arrivo al Croke Park Stadium e la Festa delle famiglie

Domenica 26, dalle 10.30 alle 12.20, la visita alla cappellina del Santuario di Knock e la recita dell’Angelus; dalle 15.20 alle 18 la Santa Messa celebrata da Papa Francesco; dalle 19 alle 20, la cerimonia di congedo.

Croke Park Stadium

Eccoci al Croke Park Stadium; le vie intorno sono piene di gente e lo stadio si va lentamente riempiendo, mentre manca poco meno di un’ora all’inizio della festa. Papa Francesco è atteso per le 19.30 (ora locale). Un sorprendente spettacolo, dove le famiglie sono davvero protagoniste, non solo per le toccanti testimonianze, ma perché in molti brani musicali sono proprio loro a cantare e ballare. Dilettanti allo sbaraglio? Non troppo… e anche se fosse è davvero giusto e bello così. Due pezzi mettono in evidenza la divers-abilità: i bambini e i ragazzi di una scuola locale accompagnano come coro e danzano con coetanei sordi e in carrozzella, usando anche il linguaggio dei sogni come coreografia.

È arrivato il Papa! Il card. Farrel, prefetto del dicastero per la famiglia, gli dà il benvenuto ringraziandolo per la sua attenzione alla famiglia nel suo magistero. Auspica che il WMF aiuti tutte le famiglie, nel concreto della loro vita, ad essere testimoni dell’amore. Si rivolge in preghiera alla santa Famiglia di Nazareth per tutte le famiglie presenti e per tutte quelle del mondo.

Vai alla fotogallery

Regia tecnicamente un po’ traballante, ma con un’idea chiara: il pubblico – le famiglie – ,”is part of the show!”. Come volevasi dimostrare: tutto lo stadio canta con il coro e si accendono migliaia di cellulari per un quadro fantastico.

Ora parla il Papa. Inizia salutando in gaelico. Parla in italiano! Sugli schermi appare la traduzione in inglese. Presenta la Chiesa come la grande famiglia dei figli di Dio, per cui richiama la necessità di battezzare i figli presto, per renderli membri della Chiesa e rafforzarli con lo Spirito. La famiglia è gran parte della Chiesa. Si rifà al tema dell’incontro per dire che ogni famiglia può essere fare di luce per il mondo; i piccoli gesti di bontà rendono infatti presente l’amore di Dio. Questa è la santità “della porta accanto”. Una santità per tutti. Così le famiglie sono “gioia per il mondo” poiché in esse dimora Gesù in semplicità e povertà.

Tutti i membri della famiglia possono trovare in essa il compimento dell’amore. Non è facile, ci vuole pazienza per dar tempo all’azione della grazia. Sottolinea l’importanza del perdono, gesto “divino” che rende solida la vita di famiglia, e ricorda i gesti di tenetezza e le tre famose parole: scusa, per favore, grazie. Tutto lo stadio le ripete, su invito del Papa, che invita ad evitare la “guerra fredda” in casa, altrimenti la famiglia si ammala e crolla. Nel Padre nostro chiediamo di poter perdonare, come ci insegna Gesù.

Anche la fedeltà riposa sulla fedeltà di Dio manifestata in Cristo. Si richiama ai contenuti delle testimonianze per mettere in evidenza alcuni temi, come il rapporto della famiglia con i new media; la situazione di conflitto in cui versano tante famiglie; la fecondità dell’unione coniugale; il rapporto prezioso tra le generazioni; l’importanza della famiglia per i nomadi. Conclude dichiarando che le famiglie sono la speranza della Chiea e del mondo.
Regalerà a tutti una copia di Amoris laetitia.

Vai alla fotogallery


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist