IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Fcu, semaforo verde dal Cipe: pronti 51 milioni per la riqualificazione

Written by on 17/05/2017

Fcu, semaforo verde dal Cipe: pronti 51 milioni per la riqualificazione

17/05/2017

PERUGIA Prima svolta per la rete ferroviaria regionale. Il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha dato l’ok all’assegnazione dei 51 milioni di euro che serviranno a riqualificare l’intero tratto della Ferrovia centrale umbra. A renderlo noto, in una conferenza convocata questa mattina, è stata la presidente della Regione Catiuscia Marini insieme all’assessore ai trasporti Giuseppe Chianella e al dirigente di Palazzo Donini Diego Zurli. Stanziati anche altri 12 milioni di euro da destinare all’acquisto dei treni (6,6 milioni), al parco autobus (1,6), all’eliminazione degli ultimi passaggi a livello presenti sulla linea (1,4) e agli impianti di sicurezza (2,2). Grazie agli stanziamenti l’intero tratto della Fcu potrà essere riqualificato da Rfi (la società che gestisce le ferrovie nazionali) che ne assumerà anche la gestione. Prossimi passi la firma della convenzione con Rfi e il via ai lavori. Lavori che, si spera, non dovrebbero essere troppo lunghi.
Il quadro “Nell’odierna seduta – commenta la governatrice Catiuscia Marini – la Giunta regionale ha svincolato 6 milioni di euro, aggiuntivi rispetto ai finanziamenti nazionali, per la firma del Contratto e l’avvio dei lavori sulla tratta Perugia Ponte San Giovanni – Sant’Anna. Si tratta – ha evidenziato la presidente – di una importante mole di risorse che ci consente di operare un investimento strategico sull’intera infrastruttura regionale e di affrontare la strategia futura della FCU di cui si è molto teorizzato in passato e che ora, grazie al provvedimento del Governo, si materializza in interventi non più frammentati. In particolare – ha spiegato Marini – si procederà secondo alcune priorità, la prima delle quali e senza dubbio quella di ripristinare le parti interrotte della rete, partendo dal collegamento tra Città di Castello e la zona nord di Perugia. L’obiettivo è quello di interconnettere e di integrare FCU con l’infrastruttura ferroviaria di competenza dello Stato, ricomprendendo la FCU all’ interno del perimetro della rete nazionale, con evidenti benefici relativamente all’abbattimento dei tempi di percorrenza e alla qualità del servizio. Un’operazione – ha detto Marini – che si sposa con gli obiettivi strategici recentemente illustrati dall’AD del Gruppo F.S. Mazzoncini e che punta sul rilancio del trasporto pubblico locale rilanciando e valorizzando il ruolo delle ferrovie regionali. In questo quadro – ha aggiunto – un’ulteriore elemento di certezza arriva dal decreto legislativo 50 del 2017, non ancora convertito in legge, che, all’art 47, prevede la possibilità per RFI di poter concorrere alla gestione e al miglioramento infrastrutturale delle ferrovie ex concesse, attraverso la sottoscrizione di un’ accordo tra Regione Umbria – Umbria TPL e la stessa RFI in qualità di soggetto attuatore, il cui schema è stato approvato nella seduta odierna della Giunta Regionale, così da accelerare il processo di adeguamento agli standard tecnologici e di sicurezza della linea ferroviaria umbra con quelli della rete ferroviaria nazionale ”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist