Covid, torna a scendere in Umbria il numero dei ricoverati

Written by on 19/02/2021

Covid, torna a scendere in Umbria il numero dei ricoverati

Calo anche per il tasso di positività di tamponi e test, mentre, purtroppo, si segnalano altri 11 morti. Le decisioni del Comitato tecnico scientifico, dopo la conferma della diffusione delle varianti. Decrescita dell'indice Rt negli ultimi 14 giorni, ora allo 0,98

19/02/2021

Torna a scendere in Umbria il numero dei ricoverati Covid oggi 545, nove meno di ieri, in base ai dati aggiornati dalla Regione

PERUGIA- Torna a scendere in Umbria il numero dei ricoverati Covid. In base ai dati comunicati dalla dashboard del sito della Regione, aggiornati al 19 febbraio, sono cinquecentoquarantacinque (nove in meno rispetto a quelli registrati ieri). Di questi, i pazienti nei reparti di terapia intensiva sono ottantatre (due in meno, nelle ultime ventiquattro ore).

Segnalati altri undici morti (su 959 dall’inizio della pandemia), trecentouno nuovi positivi e duecentosessantanove guariti. Gli attualmente positivi sono 8.439, (ventuno in più rispetto a ieri).

Nell’ultimo giorno sono stati processati 3.896 tamponi e 3.546 test antigenici, con un tasso di positività totale del 4 per cento (ieri  era al 4,3) e del 7,7 per cento sui soli molecolari (rispetto al 8,3).

 

Questa settimana incominciano a comparire i primi segnali dell’efficacia delle misure restrittive adottate in Umbria: il dato è emerso nel corso della conferenza stampa di aggiornamento settimanale della situazione epidemiologica sul territorio regionale, del Comitato tecnico scientifico. Presenti il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario, il commissario per la gestione dell’emergenza Covid, Massimo D’Angelo, la dottoressa Carla Bietta e il dottor, Mauro Cristofori, del Nucleo epidemiologico regionale.

Dal report redatto dal Nucleo epidemiologico è emerso come la differenza tra le due province si stia mantenendo  costante con un’incidenza di uno a quattro tra i due territori.

  Il direttore Dario ha confermato che nella giornata di ieri l’Istituto Superiore di Sanità ha comunicato il sequenziamento dei primi settantasette campioni e che su quarantuno è stata riscontrata la variante brasiliana e su ventidue quella inglese.

“Rispetto al primo sequenziamento richiesto all’ISS, -ha aggiunto il direttore regionale alla Salute- in questo caso si tratta di un campionamento e cioè sono stati presi con un approccio campionario e statistico dei tamponi, in modo tale che il risultato possa essere rappresentativo della popolazione in generale. I settantasette campioni analizzati quindi, provengono dai diversi laboratori della regione”

Concludendo Claudio Dario, ha evidenziato come le varianti stiano sostituendo il ceppo originario

“Di conseguenza -ha comunicato- con l’Istituto Superiore di Sanità e con il Ministero  della Salute stiamo valutando i dati epidemiologici che sono stati inviati due giorni fa, per un’elaborazione congiunta”.

Sempre nel corso dell’aggiornamento settimanale, è stato detto che l’indice Rt nella nostra regione, calcolato sugli ultimi quattordici giorni, quindi in anticipo su quello dell’Iss, è di 0,98 (0,8-1,16). Un indice, che conferma anche l’andamento della curva epidemiologica.

Questa dopo una salita costante e lineare degli ultimi tempi, da qualche giorno ha iniziato a flettere e nella sua media mobile anche se non stabilizzata vista la forte oscillazione ancora del numero dei casi.

Nell’incidenza di casi di positività Covid per centomila abitanti permane una grande differenza anche nell’ultima settimana fra la Provincia di Perugia (332,76) e quella di Terni (82,34).

I tecnici del comitato regionale hanno poi evidenziato è che per la Provincia di Perugia è iniziata la discesa dell’incidenza, di poco ma ora non più in salita (da 344,67 a 332,76 in una settimana).

I ricoveri ordinari, che hanno toccato una punta di 469, seguono la curva epidemica, con un numero di casi ancora più alto del picco di novembre (375). Lo stesso per quelli relativi alle terapie intensive (85) con il numero dei pazienti che ha un andamento più tendente alla crescita rispetto alla curva epidemica.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist