Covid, non si ferma in Umbria l’aumento dei ricoveri in ospedale

Written by on 09/02/2021

Covid, non si ferma in Umbria l’aumento dei ricoveri in ospedale

Tredici in più nelle ultime 24 ore. Registrati altri undici morti. Analizzati oltre 5000 tamponi. Chiesti ulteriori 50 mila vaccini rispetto al piano stabilito. La presidente Tesei scrive al Governo per ristori a favore delle zone rosse della Regione

09/02/2021

Non si ferma in Umbria l'aumento dei ricoveri Covid in ospedale

PERUGIA- Non si arresta la crescita dei ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbriatredici in più nelle ultime ventiquattro ore (in questo momento sono 513), settantanove dei quali (due in più) nei reparti di terapia intensiva. E’ questo, il quadro che emerge dai dati pubblicati dalla dashboard sul sito della Regione, aggiornati  al 9 febbraio.

Registrati altri undici morti,  (su 851), trecentosettantacinque nuovi positivi e novantatre guariti, con gli attualmente positivi che salgono a 7.173, (duecentosettantuno in più rispetto a ieri).
I tamponi analizzati sono stati 5.047 e i test antigenici 4.468, con un tasso di positività totale del 3,9 per cento (ieri era al 8,86) e del 7,4 per cento sui soli molecolari (ieri 25,1).

L’Umbria chiede al più presto la fornitura di cinquantamila vaccini contro il Covid ulteriori rispetto al piano già stabilito. Lo ha annunciato la presidente Donatella Tesei, parlando in Assemblea legislativa dicendo di avere scritto al Commissario nazionale straordinario per l’emergenza sanitaria, Domenico Arcuri, anche a proposito della distribuzione degli anticorpi monoclonali.

“E’ indispensabile che arrivino presto -ha aggiunto- per proteggere quante più categorie a rischio possibile e più velocemente. Vista la situazione che stiamo vivendo, si possano anticipare per l’Umbria dosi adeguate per cominciare la somministrazione“.
Sempre parlando all’Assemblea legislativa, la Governatrice ha, inoltre, annunciato di avere scritto anche al Governo per chiedere ristori per le zone rosse dell’Umbria.

“Ho chiesto -ha detto- anche la costituzione di un Fondo speciale da dieci milioni di euro per tutte le famiglie che dovranno assistere i bambini sotto i 12 anni a casa e per gli asili costretti a chiudere.

 Mi sta particolarmente a cuore, un bonus baby sitter per tutti quei nuclei familiari la cui situazione lavorativa non contempli lo smart working per alcuno dei componenti adulti del nucleo e con l’Isee sotto a una certa soglia”

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist