Covid, l’Umbria dal 7 giugno in ‘zona bianca’. Previste meno restrizioni

Written by on 07/06/2021

Covid, l’Umbria dal 7 giugno in ‘zona bianca’. Previste meno restrizioni

La regione entrata in fascia più bassa di rischio per il virus

07/06/2021

Il centro storico di Perugia

Il centro storico di Perugia (Foto di archivio)

PERUGIA- Risveglio in zona bianca per l’Umbria, entrata ufficialmente da lunedì 7 giugno nella fascia di rischio più basso per il Covid insieme ad Abruzzo, Liguria e Veneto. Per la regione, questo comporta un ulteriore allentamento delle misure restrittive anche se rimangono l’obbligo dell’uso delle mascherine e quello del distanziamento.

Classificazione Una giornata cominciata comunque con i ritmi e le abitudini che hanno caratterizzato gli ultimi giorni. Gli effetti della zona bianca si vedranno invece dalla serata. La nuova classificazione, comporta, infatti, l’eliminazione del coprifuoco e quindi nessun obbligo di rientro a casa entro le 23 come era stato finora, e locali pubblici aperti senza limiti d’orario.

Ieri l’Umbria aveva intanto fatto segnare un calo del 5,8% in un solo giorno per gli attualmente positivi al Covid: 1.233, settantasei in meno rispetto al giorno precedente (secondo quanto riportato dalla dashboard del sito della Regione). Tra sabato e domenica, non sono state registrate altre vittime per il virus. I nuovi positivi segnalati sono stati ventiquattro e i guariti cento. Sul fronte dei vaccini, la nostra regione domenica è stata prima in Italia nel rapporto tra le dosi di vaccini Covid somministrate e quelle finora ricevute, primato condiviso con Lombardia e Marche. In base ai dati sul portale dedicato del Governo, le tre regioni hanno, infatti, inoculato il 92,5% delle dosi disponibili (90,2% la media italiana).

In particolare l’Umbria, ne ha utilizzate 565.807 delle 611.495 consegnate.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist