Covid, altri tre decessi in Umbria nelle ultime 24 ore ma il monitoraggio Gimbe rassicura

Written by on 23/09/2021

Covid, altri tre decessi in Umbria nelle ultime 24 ore ma il monitoraggio Gimbe rassicura

Salgono a cinque in due giorni le vittime del virus nella nostra regione

23/09/2021

Una vaccinazione

Una vaccinazione

Il Covid in Umbria miete altre tre vittime: sono 1.447, più tre rispetto a mercoledì, i decessi registrati nella nostra regione dall’inizio della pandemia. Cinque solo nelle ultime 48 ore. Secondo i dati della Regione aggiornati a giovedì, gli attualmente positivi sono 1.077, uno in più del giorno precedente. Nelle ultime 24 ore sono stati accertati 86 positivi e 82 guariti a fronte di 2.103 tamponi molecolari e 4.086 test antigenici, con un tasso di positività sul totale dell’1,38%. Stabile la situazione negli ospedali dell’Umbria dove sono ricoverati 48 pazienti Covid, di cui 5, uno in meno, in terapia intensiva.

Campagna vaccinale

Continua la campagna vaccinale in Umbria. Secondo i dati della Regione aggiornati a giovedì, sono l’85,97% gli umbri vaccinati con prima dose, mentre il 78,09% della popolazione regionale ha completato il ciclo vaccinale. Nella fascia d’età 12-19 anni, secondo di dati del Ministero della salute, i giovani umbri vaccinati con prima dose sono il 64,51% mentre hanno concluso la doppia somministrazione il 53,29%. Sono 28.661 gli umbri prenotati per la vaccinazione mentre le dosi somministrate sono il 90% di quelle consegnate all’Umbria.

Il monitoraggio Gimbe

Notizie incoraggianti per l’Umbria mergono dal monitoraggio della fondazione Gimbe relativo alla settimana 15-21 settembre. L’analisi evidenzia infatti un miglioramento per quanto riguarda i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (130) e una diminuzione dei nuovi casi (-13,7%) rispetto alla settimana precedente. Sotto la soglia di saturazione risultano i posti letto occupati da pazienti Covid in area medica (7%) e in terapia intensiva (6%).

Giovani

Continua a registrare una “maggiore distribuzione” dei casi Covid tra i più giovani, anche se i valori sono ancora in calo rispetto alla settimana precedente l’analisi sull’andamento della pandemia elaborata dal Nucleo epidemiologico regionale. In base al report, diffuso dalla Regione, la curva epidemica e la media mobile a sette giorni continuano a mostrare un andamento in diminuzione.  L’incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti mostra lo stesso andamento con valori al 21 settembre pari 49 casi per 100.000 abitanti. L’indice Rdt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a sette giorni è indicato a 0,79. Tutti i distretti sanitari dell’Umbria hanno una incidenza inferiore a 100 casi Covid per 1000.000 abitanti. Riguardo ai decessi, la Regione ha evidenziato che i tre registrati il 23 settembre uno è avvenuto in precedenza e indicato nella giornata odierna. Erano tutti affetti da più patologie, due non vaccinati e uno vaccinato con due dosi.

Vaccinazione arma principale

Per l’assessorato regionale alla Salute “la vaccinazione rimane l’arma principale, associata alle cure, per la lotta alla pandemia”. “I ricoveri e i decessi registrati negli ultimi mesi infatti – è stato aggiunto -, sono sempre riconducibili a soggetti che non hanno ricevuto nessuna dose, oppure si tratta di persone con comorbilità per i quali, come risaputo, la risposta immunitaria al vaccino può risultare insufficiente. La fascia della popolazione più vulnerabile, come i soggetti trapiantati e fortemente immunocompromessi, a partire dal 20 settembre, anche in Umbria sta ricevendo una dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo primario. Al momento nei Punti vaccinali ospedalieri del territorio regionale sono state somministrate 552 terze dosi”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist