Covid, andamento della curva “lineare e ciclico”. Rt a 1,07. Oggi 363 nuovi casi

Written by on 11/02/2021

Covid, andamento della curva “lineare e ciclico”. Rt a 1,07. Oggi 363 nuovi casi

Conferenza stampa settimanale sull'andamento della pandemia: confermati i picchi di ricoveri e casi tra i giovani

11/02/2021

gr

Ancora in crescita in Umbria il numero dei ricoverati Covid

PERUGIA – Continua a crescere, ormai dal 25 dicembre, la curva dei contagi Covid in Umbria. Lo fa con un andamento “lineare e ciclico” secondo l’analisi settimanale del nucleo epidemiologico della Regione. È emerso nella conferenza stampa settimanale dell’andamento dei dati. L’indice Rt calcolato sugli ultimi 14 giorni in base ai dati è stato indicato in 1.07 (con un intervallo 0,92-1,22). Tra i dati indicati i “picchi” nei ricoveri e la salita dei casi nei giovani in età scolastica.

I dati di oggi

Nuovo aumento dei ricoverati Covid in Umbria, oggi 520, 14 in più di ieri, 80 dei quali (dato invariato) in terapia intensiva. Secondo i dati sul sito della Regione, i nuovi positivi sono 363 (meno 13 per cento rispetto a ieri), i guariti 198 e nove i morti, 872. Gli attualmente positivi sono 7.553, 156 in più. I tamponi analizzati sono stati 4.702 e 3.915 test antigenici, 8.617 in totale. Con un tasso di positività totale del 4,2 per cento (ieri 4,5) e del 7,7 (ieri 8,8) per cento sui soli molecolari.

Zona rossa

Se fare zona rossa tutta l’Umbria “lo dirà il comitato tecnico, perché queste non sono scelte politiche ma strategiche legate ad esiti tecnici”, ha dichiarato l’assessore Luca Coletto durante l’aggiornamento sull’andamento della pandemia con il Nucleo epidemiologico regionale. Un quadro definito “complesso”.  Dal rapporto settimanale, infatti, emerge anche che l’incidenza dei casi di positività, maggiore nelle aree dal Trasimeno e verso il perugino e folignate, stanno ora piano piano scendendo verso sud, interessando anche l’assisano, lo spoletino con la Valnerina e l’orvietano. “Se mettere anche altre aree in zona rossa significa salvare delle vite dall’infezione perché no” ha commentato Coletto. “Di politico qua come scelta c’è poco – ha aggiunto -, vanno fatte solo delle valutazioni tecniche”.  Il Nucleo epidemiologico ha poi evidenziato che al momento “sono più le persone che si ammalano di quelle che guariscono e quindi c’è un andamento in salita piuttosto lineare per gli attualmente positivi”.  C’è poi “un andamento diverso dei ricoveri sia ordinari che di terapia intensiva rispetto all’ondata precedente, visto che ora – è stato detto – si toccano picchi abbastanza elevati, più alti di quando c’erano il doppio dei casi di ora”. Per il Nucleo epidemiologico questo sta ad indicare che “c’è qualcosa di più aggressivo, anche se avere dei cluster ospedalieri potrebbe inquinare il dato”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist