Covid, a Terni ammortizzatori sociali per 6 mila lavoratori

Written by on 30/09/2020

Covid, a Terni ammortizzatori sociali per 6 mila lavoratori

30/09/2020

TERNI – Sono oltre 6 mila i lavoratori totali coinvolti nelle 300 richieste di ammortizzatori sociali per la pandemia presentate nel settore metalmeccanico della provincia di Terni: il dato, definito “allarmante”, è emerso nel corso dell’assemblea generale della Fiom Cgil di Terni che si è svolta martedì. Approvato all’unanimità un documento nel quale, oltre “al ruolo fondamentale svolto dalle rsu nell’arginare la diffusione del Covid” durante l’emergenza, si sottolinea che la crisi economica che seguirà sarà “forse più pesante di quella del 2008”, con alcuni effetti che “si sommeranno e moltiplicheranno”. Decisivo, secondo la Fiom, sarà l’atteggiamento delle multinazionali, a partire da Ast.

Irregolarità nel lavoro Altro “fardello” che il territorio ternano si porta dietro da prima dell’emergenza coronavirus è, secondo la Fiom, l’alto tasso di irregolarità nel lavoro: nel secondo semestre 2019, l’Ispettorato territoriale ha rilevato 409 casi di lavoro irregolare. “Bisogna – insiste il sindacato – che il sistema risponda alle tante aziende e ai relativi lavoratori che erano in crisi anche prima del Covid-19, così come c’è bisogno di migliorare i fattori localizzativi soprattutto un’ ottica ambientale e di qualità dell’aria”. Continua infine ad essere considerato strategico, sempre a detta della Fiom Cgil, “il completamento della piattaforma logistica”, per decongestionare il traffico di tir tra Terni e Narni e consentire l’arrivo delle merci per portarle a destinazione, con mezzi che impattino meno con l’ambiente.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist