Lavoro, forte ripresa della domanda di lavoro nelle imprese umbre

Written by on 08/06/2021

Lavoro, forte ripresa della domanda di lavoro nelle imprese umbre

E' quanto mostra il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, presentato dalla Camera di commercio dell'Umbria

08/06/2021

Un operaio metalmeccanico

Un operaio metalmeccanico

PERUGIA – Sono 6.360 le entrate al lavoro programmate dalle imprese umbre (con almeno un dipendente) nel corrente mese di giugno, che saliranno a 14.700 nel trimestre giugno, luglio, agosto 2021. E’ quanto mostra il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, presentato dalla Camera di commercio dell’Umbria. Dati incoraggianti sulla ripresa occupazionale, che fanno pensare ad una autentica svolta, sottolinea una nota dell’ente camerale. Positiva la crescita congiunturale: le assunzioni previste superano del 29,2% quelle del precedente mese di maggio. Aumento del 55,1% se il confronto diventa tendenziale su giugno del 2020, con il sistema economico ancora stretto in uno stretto lockdowon.

Il dato “Ma il dato che più di ogni altro ci conforta e ci dà speranza – annuncia Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria – è quello relativo al confronto con giugno 2019, nell’anno pre-Covid. In due anni abbiamo riagganciato le posizioni di prima della pandemia. In questo mese di giugno le imprese umbre hanno programmato 1.030 nuove entrate in più (+ 19,3%) di quanto fecero nel giugno ’19, prima del Covid”. Delle 6.360 assunzioni previste per giugno, il 24% saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 76% dei casi risulterà un lavoro a termine, a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita. Il 71% di tutte le entrate previste è generato da pmi con meno di 50 dipendenti.

Giovani Più lavoro per i giovani under 30: a loro è destinata una quota del 33% delle assunzioni previste a giugno, circa 2.100 posti, in crescita del 4%. Stabili al 10% invece le entrate al lavoro di personale laureato. Per tipo di profilo, le entrate previste sono: il 36% operai specializzati e conduttori di impianti; il 27% professioni commerciali e dei servizi; il 17% dirigenti, specialisti e tecnici; il 5% impiegati; il 15% profili generici. Sempre consistente la quota di assunzioni per cui le imprese dichiarano difficoltà di reperimento (38 casi su 100) anche a seguito di una elevata richiesta di esperienza che aumenta rispetto alla situazione pre-Covid.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist