Ast, per la cessione servirà un anno. Tesei contro Thyssenkrupp: “Vigileremo sulle scelte”

Written by on 29/05/2020

Ast, per la cessione servirà un anno. Tesei contro Thyssenkrupp: “Vigileremo sulle scelte”

29/05/2020

TERNI – Richiederà 9-12 mesi, dal momento dell’attivazione, la procedura di cessione o ricerca di nuovi partner per Acciai speciali Terni da parte di ThyssenKrupp: è quanto ha spiegato l’amministratore delegato dell’acciaieria Massimiliano Burelli nella call conference di oggi convocata dal ministero dello Sviluppo economico dopo l’annuncio del disimpegno da parte della multinazionale tedesca. Presenti le sottosegretarie Alessandra Todde e Alessia Morani ed il vicecapo di gabinetto del dicastero Giorgio Sorial, la presidente della Regione Umbria Donatelli Tesei, il sindaco di Terni Leonardo Latini e le segreterie territoriali e nazionali di Fim, Fiom,Uilm, Fismic, Ugl e Usb. Dall’inconto – in base a quanto si apprende da fonti sindacali – è emerso che procedura non verrà avviata prima di qualche settimana e che sarà seguita da un advisor, anche questo non ancora nominato. Dunque non sono state presentate al momento offerte formali, anche se l’azienda si attende l’interessamento di diversi gruppi internazionali, oltre a quelli italiani. Nel frattempo verrà garantito – è stato detto – il rispetto degli impegni del piano industriale 2019-2020, in scadenza a settembre, che prevede investimenti per 60 milioni di euro nel biennio.

Tesei: massima attenzione “Manterremo massima attenzione al percorso che la multinazionale tedesca Thyssen Krupp sta intraprendendo per quel che riguarda il futuro dell’Ast di Terni. Una realtà fondamentale per la nostra regione e per tutto il Paese”: lo ha sottolineato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, che ha partecipato, insieme all’assessore Michele Fioroni, all’incontro organizzato dal ministero dello Sviluppo Economico. “Da parte nostra – ha aggiunto – abbiamo già confermato l’impegno economico preso in passato dalla stessa Regione. Ora è necessario vigilare sulle prossime scelte della proprietà che ha espresso l’intenzione di cedere o comunque di trovare un nuovo partner per il sito ternano”. L’incontro è stato preceduto da quello che la Giunta regionale ha avuto con le rappresentanze sindacali. “Riteniamo fondamentale – ha sottolineato Tesei – che l’Ast sia considerata come sito industriale strategico nazionale. Insieme al Governo siamo pronti, come detto, a vigilare ed a partecipare attivamente al processo che porterà alla cessione dell’azienda o comunque all’arrivo di un nuovo socio. Un processo che potrebbe non essere temporalmente rapido ed è proprio per questo che è necessario che il periodo di transizione sia gestito al meglio, andando a garantire i livelli produttivi ed occupazionali. I nuovi soci dovranno essere in grado di presentare un piano industriale valido e sostenibile sotto un punto di vista produttivo, occupazionale, finanziario e ambientale. Un piano quindi che rafforzi – ha concluso Tesei – le prospettive industriali di un ciclo integrato, che va dalla fusione sino alla commercializzazione “.

Tag:

Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist