Art Bonus: Perugia vince per la seconda volta il Concorso Nazionale

Written by on 10/04/2021

Art Bonus: Perugia vince per la seconda volta il Concorso Nazionale

L'amministrazione comunale del capoluogo umbro, premiata per il restauro della Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni

10/04/2021

La Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni, restaurata grazie all'Art Bonus

La Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni, restaurata grazie all'Art Bonus

PERUGIA- Perugia torna a vincere, per la seconda volta, il Concorso nazionale Art Bonus Progetto dell’anno con il restauro della Fonte di San Francesco a Ponte San Giovanni.

Un’affermazione con 2314 voti, dopo la vittoria, nella terza edizione nel 2018 con il Palazzo dei Priori e la Menzione d’onore al quinto posto con il restauro del Teatro Morlacchi alla quarta edizione del concorso nell’anno 2019.

“Abbiamo superato il mezzo miliardo di euro di donazioni con l’Art Bonus, un incentivo fiscale importante, il più forte che ci sia in Europa per favorire il mecenatismo culturale”.

Così il Ministro della cultura, Dario Franceschini in un video messaggio trasmesso nel corso della premiazione del Progetto Art Bonus dell’anno, giunto alla sua V edizione, che ha proclamato vincitore il Comune di Perugia per il recupero e valorizzazione della Fonte di San Francesco.

Introdotta nel 2014, l’agevolazione fiscale del 65% ha finora favorito donazioni per 555.787.965€.

Un intero quartiere artefice del successo

“La scelta di presentare al Concorso Art Bonus 2020 la Fonte di San Francesco -ha commentato il sindaco di Perugia, Andrea Romizi- è la volontà dei tanti cittadini di Ponte San Giovanni che si sono attivati per ridare vita a questo monumento. A loro il merito di questa vittoria e la nostra riconoscenza.

La doppia vittoria, nel 2018 e nel 2020 è il frutto di un impegno che ha visto coinvolte importanti realtà imprenditoriali, privati cittadini, associazioni culturali, che hanno creduto nel progetto Art Bonus Perugia, costruendo insieme un percorso di partecipazione, coinvolgimento e riappropriazione della città e della sua memoria”.

Un restauro, voluto da un intero quartiere che si è fatto promotore e mecenate attraverso l’Associazione Pro Ponte e l’azienda Palmerini Group, donando quindici mila euro.

 

La Storia

La Fonte di San Francesco, prende il nome dal Santo Patrono d’Italia che nel 1202 si narra si fermò presso la fonte a dissetarsi e lavarsi le ferite prima di essere portato in catene al carcere di Perugia, dopo la battaglia di Collestrada.

Le prime notizie relative alla costruzione della fonte, ci vengono tramandate da un manoscritto di Giuseppe Belforti, che la nomina già così nel 1297 e in cui ricorda che fu ordinato che si ristrutturasse la fonte: in strada publica, qual vodit ad pontem S. Jannis in villa casa palie. 

La fonte era alimentata da una sorgente, una volta purissima e ricca di virtù salutari, proveniente dal soprastante Montevile che doveva far parte di un complesso termale romano.

Da una delibera del Consiglio Comunale del 8 maggio 1871, risulta che la fontana, nonostante fosse già stata restaurata nel 1700, era nuovamente in rovina, poiché si dice: che l’acqua è stata usurpata e la fonte demolita, venga rivendicata e ripristinata all’uso pubblico.

Il suo aspetto era stato riadattato a pubblico lavatoio agli inizi del XX secolo, ma nel 1971 le fu restituito il vecchio splendore e la funzione di fonte nella parte anteriore lungo la strada e di vasca di accumulo a scopo irriguo nella parte posteriore e di lavatoio privato.

Restaurata dal Comune di Perugia nel 1991, la fonte ha una pianta quadrangolare irregolare a vasca unica larga 9,40 metri e profonda un metro. La facciata in mattoni termina superiormente con tre archi rovesci, culminanti nei punti di giuntura con quattro piccole guglie di forma piramidale in travertino.

In basso si trovano una serie di lesene e marcapiani paralleli che incorniciano tre pannelli (quello alto in cemento, i due inferiori in mattoni): il pannello centrale alto presenta una lapide che ricorda la sosta di San Francesco presso la fonte nel 1202; i due pannelli mediani hanno altrettante formelle con una testa a bassorilievo dalla cui bocca sgorga, tramite una cannella in ferro, l’acqua che va a cadere in tre vaschette semicircolari in travertino. L’acqua in esubero cade a sua volta nella grande vasca rettangolare sottostante.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist